A+ A A-
 

Gli Asidie presentano un album introspettivo e profondamente umano in chiave Doom Gli Asidie presentano un album introspettivo e profondamente umano in chiave Doom Hot

Gli Asidie presentano un album introspettivo e profondamente umano in chiave Doom

recensioni

gruppo
titolo
Inside a Restless Mind
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Becoming No One
2. Beyond the Pain =VIDEO UFFICIALE=
3. The Red Light
4. The New Dawn
5. Eventually Death Has Come =LYRIC VIDEO=
6. Dream Of Blood and Glory
7. Sorrowful Dimension
8. The Fall

LINE UP:
Asator - Voce
Ironcross - Chitarre, Drum Programming
Pizzu - Basso

opinioni autore

 
Gli Asidie presentano un album introspettivo e profondamente umano in chiave Doom 2024-01-30 16:43:24 Valeria Campagnale
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Valeria Campagnale    30 Gennaio, 2024
Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio, 2024
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Asidie sono ritornati, dopo il loro album di debutto "Behind” (2018), con "Inside a Restless Mind", un'odissea nei regni del Gothic Metal mescolato al Doom melodico. Formatosi nel 2017, il combo italiano ha intrapreso un percorso di evoluzione mantenendo l’accento Gothic/Doom, peculiarità della band e delle sue radici musicali. L’album, introspettivo, presenta un contatto profondamente umano nell’ascolto ed è una sorta di studio dell’essenza umana che porta alla luce temi oscuri come la malinconia e l’aggressività con un'atmosfera depressa. Gravando musicalmente l'atmosfera, in alcuni casi quasi intima rispetto al primo album, "Inside a Restless Mind" è un disco davvero molto interessante, sicuramente più cupo ed in cui si evince la crescita degli Asidie; un album che funge quasi da racconto grottesco con la voce di Asator che interpreta i brani con una classe unica, il cui ascolto è un invito a riflettere sulla complessità dell'esistenza. Tra le qualità musicali di questo album, la peculiarità è la consecuzione quasi naturale tra un brano e l’altro trascinandoci in una sorta di contemplazione uditiva continua. Tra gli highlight dell’album “Beyond the Pain”, “The Red Light”, “The New Dawn” e "Dream of Blood and Glory”, brani di una musicalità varia con sintetizzatore, a volte con un mood old school, come nel caso della bellissima “The Red Light”, oppure con l’adrenalina che solo l’Heavy Metal sa darci in "Dream of Blood and Glory”. "Sorrowful Dimension" è una chicca oscura e più delicata grazie alla presenza del pianoforte, ma ciò nonostante molto pesante. In chiusura un altro brano notevole, la ballad “The Fall” che in chiave mesta, ovviamente come si addice, ci lascia trasportandoci in un limbo tranquillo. Doom Aeternum quindi per questo favoloso trio parmense.

Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fathomless Ritual: i veri eredi spirituali dei Demilich
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I tanti fans del Doom/Death melodico non dovranno farsi scappare i Counting Hours
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre su livelli discreti anche questo terzo album dei Surgery
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un secondo album più maturo e complesso per gli irlandesi Vircolac
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il nuovo album di Ace Frehley non soddisfa a pieno
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Amaranthe raggiungono l’apice della loro essenza con “The Catalyst”
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Ember Belladonna, un debutto fin troppo poco Metal
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal melodico: debutto per gli Attractive Chaos
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gengis Khan: epica cavalcata
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Asidie presentano un album introspettivo e profondamente umano in chiave Doom
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"The Serpent's Cycle" degli Hyperia : aggressività, potenza e melodia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
No One Alive, un gruppo da tenere d'occhio!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla