A+ A A-
 

La strada è lunga ma è quella giusta: nuovo EP per i Madness Of Sorrow La strada è lunga ma è quella giusta: nuovo EP per i Madness Of Sorrow Hot

La strada è lunga ma è quella giusta: nuovo EP per i Madness Of Sorrow

recensioni

titolo
666: The Disciple
etichetta
Ad Noctem Records
Anno

TRACKLIST:
1. Possessed (feat. Mickey E.vil) =VIDEO UFFICIALE=
2. Damned (feat. Federica Tringali) =VIDEO UFFICIALE=
3. Metamorphosis =LYRIC VIDEO=
4. Disciple

LINE UP:
Murihell - voce, chitarre, basso, synth
Carlos Cantatore - batteria

opinioni autore

 
La strada è lunga ma è quella giusta: nuovo EP per i Madness Of Sorrow 2024-02-05 13:24:36 ENZO PRENOTTO
voto 
 
3.5
Opinione inserita da ENZO PRENOTTO    05 Febbraio, 2024
Ultimo aggiornamento: 05 Febbraio, 2024
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il progetto Madness of Sorrow nasce nel 2011 e fa capo al polistrumentista Muriel Saracino, che nel giro di poco tempo riesce a raccogliere numerosi consensi fra gli addetti ai lavori ottenendo un buon riscontro di pubblico. Ciò permette alla band di lavorare a diverse pubblicazioni (cinque album) fino a questo EP di quattro tracce dal titolo "666 : The Disciple", che segue la via del DIY intrapresa da diverso tempo. Le influenze musicali sono molteplici, ma ruotano comunque attorno all’Industrial Metal in salsa più orrorifica. Il lavoro si presenta decisamente sporco e grezzo (forse troppo, evidenziando qualche probabile problema nella produzione) specie nella prima traccia “Possessed”, che appare non poco confusionaria. Il riffing aggressivo dall’anima Thrash Metal iniziale è efficace e viene trasfigurato in un mood decisamente più Industrial alla maniera del buon reverendo Marilyn Manson (ma anche i nostrani Death SS), soprattutto nelle vocals abrasive. Purtroppo i limiti della produzione citati in precedenza non permettono all’ascoltatore di comprendere appieno cosa succede lasciandolo spaesato e poco aiutano gli inserti di tastiera troppo plastificati. Dalla successiva “Damned” le cose migliorano. Le venature gotico/decadenti si fanno più delineate ed il sound generale migliora grazie anche all’apporto delle vocals femminili che amplificano l’atmosfera. Segue poi la dura “Metamorphosis” (la traccia forse più dura del lotto) con i suoi giri di chitarra imponenti e distorti, fino alla chiusura del cerchio con il ritorno alle gelide derive industriali di “Disciple”, con richiami a Nine Inch Nails e Ministry. Un buon lavoro, non particolarmente originale, che avrebbe meritato un po’ di cura in più nei suoni perché le tracce hanno comunque del buon potenziale.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I tanti fans del Doom/Death melodico non dovranno farsi scappare i Counting Hours
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre su livelli discreti anche questo terzo album dei Surgery
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un secondo album più maturo e complesso per gli irlandesi Vircolac
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il nuovo album di Ace Frehley non soddisfa a pieno
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Amaranthe raggiungono l’apice della loro essenza con “The Catalyst”
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arcane Tales: ci si tuffa all'interno di un viaggio di purissimo Symphonic Power Metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Ember Belladonna, un debutto fin troppo poco Metal
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal melodico: debutto per gli Attractive Chaos
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gengis Khan: epica cavalcata
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Asidie presentano un album introspettivo e profondamente umano in chiave Doom
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"The Serpent's Cycle" degli Hyperia : aggressività, potenza e melodia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
No One Alive, un gruppo da tenere d'occhio!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla