A+ A A-
 

Avvincente e convincente ritorno per gli horror thrashers F.K.Ü. Avvincente e convincente ritorno per gli horror thrashers F.K.Ü. Hot

Avvincente e convincente ritorno per gli horror thrashers F.K.Ü.

recensioni

gruppo
titolo
The Horror and the Metal
etichetta
Despotz Records
Anno

TRACKLIST:
1. The Horror and the Metal =VIDEO UFFICIALE=
2. (He Is) The Antichrist =VIDEO UFFICIALE=
3. The Spawning =VIDEO ANIMATO=
4. Don't Go to Texas
5. Harvester of Horror =AUDIO UFFICIALE=
6. Deep Cuts
7. The Are 237
8. Bringing Back the Dead
9. Some Kind of Mosher
10. You Are Who You Eat

LINE UP:
Larry Lethal - voce
Pete Stooaahl - chitarre, voce
Pat Splat - basso, voce
Unspeakable Emp - batteria

opinioni autore

 
Avvincente e convincente ritorno per gli horror thrashers F.K.Ü. 2024-02-09 10:14:34 Francesco Noli
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Francesco Noli    09 Febbraio, 2024
Ultimo aggiornamento: 09 Febbraio, 2024
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ritroviamo gli svedesi F.K.Ü. (acronimo di Freddy Krueger's Ünderwear) dopo ben sette anni dall'ultima fatica ("1981" del 2017) con questo "The Horror and the Metal", che già dal titolo è tutto un programma. Il loro Thrash retrò senza compromessi e la loro attitudine nel tempo non sono cambiate di una virgola, attingendo dalla scena Bay Area (al sottoscritto hanno sempre ricordato gli Exodus su tutti) mettendo un pizzico di Scandinavia e la solita bella voce pulita e acuta nelle parti più scream del roccioso Larry Lethal, sono una garanzia che ha forgiato la band fin dal lontano 1987. La loro peculiarità è quella di abbinare la loro proposta musicale con testi che si rifanno ai film Horror - sia famosi, che B-Movie - e infatti titoli come "The Horror and the Metal" (con un video accattivante),"Don't Go to Texas" e "You Are Who You Eat" sono più che eloquenti, proiettando alla mente classici quali "Non Aprite Quella Porta" oppure "Creepshow"; toglietevi comunque dalla mente atmosfere brividose da classica colonna sonora horror perché la musica che si respira è Thrash quadrato e puro, senza mid-tempo e neanche un cedimento o un rallentamento. Le canzoni risultano tutte buone e quelle che ho citato poche righe sopra si attestano una spanna sopra le altre nella tracklist, ma d'altra parte da una band cosi rodata non si poteva che aspettarsi altro; la produzione è pulita ma non laccata e quindi aggiunge un punto in più. Non c'è altro da aggiungere se non che si tratta di un lavoro onesto e ben strutturato, che non aggiunge niente di nuovo, per carità, ma che nasce lontano da quella pretenziosità che sovente tende a portare i gruppi a un niente di fatto: i F.K.Ü. ci credono e gli amanti del genere non potranno che rimanere soddisfatti!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I tanti fans del Doom/Death melodico non dovranno farsi scappare i Counting Hours
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre su livelli discreti anche questo terzo album dei Surgery
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un secondo album più maturo e complesso per gli irlandesi Vircolac
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il nuovo album di Ace Frehley non soddisfa a pieno
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Amaranthe raggiungono l’apice della loro essenza con “The Catalyst”
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arcane Tales: ci si tuffa all'interno di un viaggio di purissimo Symphonic Power Metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Ember Belladonna, un debutto fin troppo poco Metal
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal melodico: debutto per gli Attractive Chaos
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gengis Khan: epica cavalcata
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Asidie presentano un album introspettivo e profondamente umano in chiave Doom
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"The Serpent's Cycle" degli Hyperia : aggressività, potenza e melodia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
No One Alive, un gruppo da tenere d'occhio!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla