A+ A A-
 

Distorted Reflection: dalla Grecia con immensa potenza Distorted Reflection: dalla Grecia con immensa potenza Hot

Distorted Reflection: dalla Grecia con immensa potenza

recensioni

titolo
Doom Rules Eternally
etichetta
Iron Shield Records
Anno

TRACKLIST:
1. Mr. Snake =LYRIC VIDEO=
2. Ring of Fire
3. Colours
4. Dark Mermaid
5. Twilight Zone
6. Cassandra =LYRIC VIDEO=
7. Victim of Fate
8. Ghosts of Mind
9. The Eternal Gate =LYRIC VIDEO=

LINE UP: 
Kostas Salomidis - chitarre, voce
Vangelis Yalamas - basso, tastiere, cori 
Stelios Pavlou - batteria

opinioni autore

 
Distorted Reflection: dalla Grecia con immensa potenza 2024-02-10 16:30:42 MASSIMO GIANGREGORIO
voto 
 
4.0
Opinione inserita da MASSIMO GIANGREGORIO    10 Febbraio, 2024
Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio, 2024
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ennesima band proveniente dalla Grecia, negli ultimi anni particolarmente prolifica di talenti votati alla causa del metallo. Più nello specifico, all'Epic/Doom Metal. I Distorted Reflection sono nati praticamente da una costola dei Sorrows Path dai quali - dopo aver prodotto ben quattro full-length, giungendo ad essere ritenuta una delle più conosciute ed apprezzate realtà dell'Heavy Metal ellenico - il chitarrista e co-fondatore Kostas Salomidis è uscito per divergenze musicali, peraltro proprio alle soglie della fuoriuscita della loro quinta fatica in studio. E il buon Kostas, nella torrida estate greca del 2022 - senza frapporre ulterior tempo di mezzo - ha formato questa sua creatura dedita ad un Doom forgiato a sua immagine e somiglianza, ovverosia ancor più cupo e pesante. Band il cui nome frullava già nella mente di Kostas fin dal lontano 1993, quando lo propose all'altro fondatore dei Sorrows Path, tanto che poi optarono per quest'ultimo brand. Il logo della band è frutto della altrettanto fertile mente di Tomas Arfert (Candlemass, Krux), il quale si è fatto carico anche del pregevolissimo artwork di questo debut album. Ragazzi che hanno deciso di mantenere un basso profilo (almeno in questa fase iniziale) preferendo non fare concerti e di non concedere interviste né girare video. Album il cui titolo “Doom Rules Eternally” è tutto un programma: infatti, i tre elementi che compongono il micidiale mix propinatoci dal powertrio ellenico sono assolutamente ben bilanciati tra loro; in maniera sapiente, Kostas & Co. non fanno mai prevalere né il Doom, né l'Epic, né il Power. Ne scaturisce una pozione velenosissima, dalle peculiarità interessantissime; un vero e proprio wall of sound che avanza incessantemente ed inesorabilmente con un pesantissimo cadenzone condito con cori epicheggianti ("Ring of Fire") che rievocano i fasti della Grecia antica, solido come le colonne dei fantastici templi che venivano eretti in tutta la loro fierezza. Su tutto si pone in grande evidenza il cantato di Kostas, anch'esso fiero e carico di pathos. E se tutto ciò non bastasse, ecco gli ospiti che vanno viepiù ad impreziosire l'ensemble di pezzi di cui si compone questo ottimo CD: Giannis Drolapas (Vavoura Band, Diesel) si cimenta in un assolo straccia-tutto in “The Eternal Gate”, Ross The Boss (Manowar, Ross The Boss, The Dictators) fa altrettanto in “Cassandra”, mentre Nicholas Leptos (Arrayan Path, Warlord) presta la sua ugola nella opening track “Mr. Snake”. Insomma, un'ottimo inizio di percorso per i Distorted Reflection, il cui sentiero auspico lungo e fertile.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I tanti fans del Doom/Death melodico non dovranno farsi scappare i Counting Hours
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sempre su livelli discreti anche questo terzo album dei Surgery
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un secondo album più maturo e complesso per gli irlandesi Vircolac
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il nuovo album di Ace Frehley non soddisfa a pieno
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Amaranthe raggiungono l’apice della loro essenza con “The Catalyst”
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arcane Tales: ci si tuffa all'interno di un viaggio di purissimo Symphonic Power Metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Ember Belladonna, un debutto fin troppo poco Metal
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Metal melodico: debutto per gli Attractive Chaos
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gengis Khan: epica cavalcata
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Asidie presentano un album introspettivo e profondamente umano in chiave Doom
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"The Serpent's Cycle" degli Hyperia : aggressività, potenza e melodia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
No One Alive, un gruppo da tenere d'occhio!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla