A+ A A-
 

Stellar Remains: un grandioso debut EP sulla scia di Blood Incantation & Co. Stellar Remains: un grandioso debut EP sulla scia di Blood Incantation & Co. Hot

Stellar Remains: un grandioso debut EP sulla scia di Blood Incantation & Co.

recensioni

titolo
Wastelands
etichetta
Gutter Prince Cabal
Anno

PROVENIENZA: Australia 

GENERE: Atmospheric/Blackened Death Metal 

FFO: Blood Incantation, Tomb Mold, Atheist, Horrendous, Timeghoul 

LINE UP: 
Dan Elkin - voce, tutti gli strumenti 

TRACKLIST: 
1. Ceaseless Charade of the Living Dead [02:06] 
2. Obsolescence [04:02] =AUDIO UFFICIALE= 
3. Weeping on the Shoulder of a Memory [04:15] 
4. The Invisible Man [01:28] 
5. Wastelands [07:19] 
6. Cloudbearer [07:47] 

Running time: 26:54 

opinioni autore

 
Stellar Remains: un grandioso debut EP sulla scia di Blood Incantation & Co. 2024-02-20 18:35:09 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    20 Febbraio, 2024
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Questo è un esordio assoluto che potrebbe essere ricordato negli anni: stiamo parlando di "Wastelands", EP di debutto della one man band australiana Stellar Remains, progetto solista - per l'appunto - di Dan Elkin, che ha da poco rilasciato quest'opera prima tramite la a noi finora sconosciuta label australiana Gutter Prince Cabal. Essendo un primo lavoro assoluto - scusate se ci ripetiamo -, va da sé che ascoltando le sei tracce di "Wastelands" si ha un po' la sensazione che Elkin si stia "riscaldando", ma lo fa anche con risultati eccellenti. I Termini di paragone per gli Stellar Remains ad oggi possono essere diversi, tutti nella sfera Technical/Progressive/Avantgarde Death Metal: sarebbe impossibile non menzionare The Chasm, Atheist, Horrendous, Pestilence, Timeghoul... ma una volta partiti il singolo "Obsolence" o la seguente "Weeping on the Shoulder of a Memory" i primi due nomi che saltano alla mente non possono che essere Blood Incantation e Tomb Mold (soprattutto dell'ultimo meraviglioso album). Il merito maggiore del buon Dan in questo EP è quello di rendere l'ascolto del lavoro un viaggio sensoriale, ricalcando in questeo le orme dei - appunto! - Blood Incantation; c'è tanta tecnica, c'è groove, ci sono feroci accelerazioni e bordate dissonanti, c'è melodia ed arpeggi onirici, una voce urlata e rabbiosa e sofferte clean' vocals. Un maelstrom di sensazioni che si accompagnano ad una nemmeno tanto nascosta esaltazione nell'ascoltare un disco che in nemmeno mezz'ora sa catturare l'attenzione sin dal primo passaggio. Anche il breve intermezzo "The Invisible Man" si ascolta con attenzione per il suo minuto e mezzo di durata, tra atmosfere astrali ed un pianoforte etereo, prima che venga lasciato il posto alle due tracce più lunghe dell'EP, la title-track "Wastelands" - con il suo incipit da brividi - e "Cloudbearer"; due canzoni che proprio per la durata maggiore racchiudono in sé tutti gli elementi che hanno contribuito all'enorme riuscita di "Wastelands". Se questo breve lavoro riuscirà ad avere la distribuzione worldwide che merita, riuscirà a portare proseliti alla causa degli Stellar Remains: un EP come questo saprà immediatamente incontrare i favori dei tantissimi fans di una band in continua ascesa come i Blood Incantation. Citando il mitico Stan Lee: EXCELSIOR!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fatal Fire, un debut album con i controfiocchi
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Benighted: tradizione e modernità, violenza cruda e groove
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 Achelous, nuovo album e nuove emozioni per un lavoro epico
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani About Us non hanno paura di osare e pubblicano un lavoro di qualità
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Razor Attack, ci vuole di meglio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dialith, un breve EP che conferma le qualità del gruppo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancient Trail, un disco che merita attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scarefield: orrorifici!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dyspläcer, un debut album che fa intravedere del talento
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Opera: grande incompiuta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla