A+ A A-
 

A tre anni dal debutto assoluto, arriva il primo album dei Damnation A tre anni dal debutto assoluto, arriva il primo album dei Damnation Hot

A tre anni dal debutto assoluto, arriva il primo album dei Damnation

recensioni

gruppo
titolo
Fátum
etichetta
Pest Records
Anno

PROVENIENZA: Ungheria 

GENERE: Death Metal 

FFO: Morbid Angel, Deicide, Incantation, Immolation, Malevolent Creation 

LINE UP: 
Ádám Forczek - voce 
János Juhász - chitarre 
Tamás Bárány - chitarre 
Péter Gáspár - basso 
Árpád Szenti - batteria 

TRACKLIST: 
1. Belső kapuk a világűrbe [05:01] =AUDIO UFFICIALE= 
2. Halandó mindenség [03:38] 
3. Lennvilág [05:01] 
4. Múlás [03:19] 
5. Antiverzum [06:03] 
6. Holocén alkony [03:42] 
7. A paraziták vándorlása [03:31] =AUDIO UFFICIALE= 
8. Rejtőzködő fajok a kvantumok birodalmában [04:06] 
9. Zsigerlét [03:21] 
10. Az idő áramlatai [05:13] 

Running time: 42:51 

opinioni autore

 
A tre anni dal debutto assoluto, arriva il primo album dei Damnation 2024-02-21 18:21:51 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    21 Febbraio, 2024
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sono passati circa tre anni d quando abbiamo incontrato per la prima volta gli ungheresi Damnation, quando all'epoca recensimmo l'EP di debutto "Majesty in Degradation". Oggi il quintetto magiaro torna sempre sotto l'egida di Pest records con il primo full-length, intitolato "Fátum". Rispetto all'esordio assoluto di qualche tempo fa, due sono le sostanziali novità riguardo i Damnation: uno musicale, con un "imbastardimento" del sound, divenuto più possente, brutale e groovy - pur restando sempre nell'ambito dello US Death Metal -, l'altro linguistico, con la scela dei Nostri di puntare sula propria Madrelingua. Il tempo intercorso tra i due lavori, la band ungherese sembra averlo sfruttato a pieno: i Nostri ci sembrano più focalizzati rispetto l'esordio, e pur restando all'interno di certi parametri stilistici sono riusciti a dare alle loro composizioni un tocco alquanto personale. Presentatisi con due buoni singoli apripista come l'opener "Belső kapuk a világűrbe" e "A paraziták vándorlása", i Damnation con il resto della tracklist dimostrano di sapersi muovere a proprio agio sia quando si tratta di brutalizzare l'ascoltatore con feroci sfuriate, sia quando le ritmiche si fanno più lisergiche e cadenzate (vedasi "Halandó mindenség" o "Lennvilág", canzone quest'ultima che spesso rimanda ai Bolt Thrower). In generale possiamo dire che non siamo ai livelli del Death Metal partorito in altre regioni (Scandinavia, Cile, States), ma comuqnue per i poco più di 40 minuti di quest'album i Damnation offrono una prestazione quadrata e riescono a mantenere alta l'attenzione anche grazie ad un riffingwork roccioso che non risparmia però spunti melodici che danno un più ampio respiro ai pezzi. "Fátum" è ben lungi dall'essere un capolavoro, ma di certo potrà essere un ascolto soddisfacente ed un CD che nella vostra collezione non andrebbe a sfigurare.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fatal Fire, un debut album con i controfiocchi
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Benighted: tradizione e modernità, violenza cruda e groove
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 Achelous, nuovo album e nuove emozioni per un lavoro epico
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani About Us non hanno paura di osare e pubblicano un lavoro di qualità
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Razor Attack, ci vuole di meglio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dialith, un breve EP che conferma le qualità del gruppo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancient Trail, un disco che merita attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scarefield: orrorifici!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dyspläcer, un debut album che fa intravedere del talento
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Opera: grande incompiuta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla