A+ A A-
 

Sempre su livelli discreti anche questo terzo album dei Surgery Sempre su livelli discreti anche questo terzo album dei Surgery Hot

Sempre su livelli discreti anche questo terzo album dei Surgery

recensioni

gruppo
titolo
Living Dead
etichetta
Great Dane Records
Anno

PROVENIENZA: Slovacchia 

GENERE: Death Metal 

FFO: Benediction, Bolt Thrower, Grave, Asphyx, Entombed 

LINE UP: 
Tomáš Hudáč - voce 
Radoslav Body - chitarre 
Róbert Hanečák - basso 
Peter Husák - batteria 

TRACKLIST: 
1. Living Dead [04:09] =AUDIO UFFICIALE= 
2. Zombie Influence [03:13] 
3. Violence [03:39] 
4. Intruders from Other Space [03:15] 
5. Last Chance [03:12] =VIDEO UFFICIALE= 
6. Death in You [03:35] 
7. Terror at Night [04:07] 
8. A Day to Die [04:26] 

Running time: 29:32 

opinioni autore

 
Sempre su livelli discreti anche questo terzo album dei Surgery 2024-02-29 14:25:58 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    29 Febbraio, 2024
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uscito ad ottobre 2023 per la giapponese Darker than Darkness Records ed appena arrivato in Europa con la francese Great Dane Records, "Living Dead" è il terzo studio album degli slovacchi Surgery, quartetto di Poprad vecchia conoscenza sulle nostre pagine. Ancora una volta la band slovacca mette su una prestazione solida portando alla nostra attenzione una mezz'oretta del loro ormai classico Death Metal old school in cui s'incontrano e si fondono la scuola britannica con quella svedese e centroeuropea, anche se a differenza dei lavori precedenti possiamo trovare spesso un'impronta più thrashy all'interno delle composizioni, vedasi ad esempio la parte centrale di "Zombie Influence" o il riff portante di "Violence" che rimandano immediatamente ai Kreator del medio periodo. In generale "Living Dead" ci sembra un album decisamente più dinamico rispetto i suoi predecessori, questo grazie soprattutto a ritmiche sicuramente meno legate all'afflato epico-battagliero di scuola Bolt Thrower/Benediction, seppur ovviamente non mancino del tutto ("Intruders from Other Space"). Alla fine, i Surgery si dimostrano ancora dei buoni mestieranti del genere, capaci di tirare fuori un lavoro che, anche se sicuramente non passerà alla storia, sa intrattenere a dovere: una buona mezz'ora di Death Metal della vecchia scuola che non annoia ed il cui ascolto scorre via piacevolmente grazie a pezzi che in sede live sapranno fare la loro figura.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fatal Fire, un debut album con i controfiocchi
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Benighted: tradizione e modernità, violenza cruda e groove
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 Achelous, nuovo album e nuove emozioni per un lavoro epico
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani About Us non hanno paura di osare e pubblicano un lavoro di qualità
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Razor Attack, ci vuole di meglio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dialith, un breve EP che conferma le qualità del gruppo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancient Trail, un disco che merita attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scarefield: orrorifici!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dyspläcer, un debut album che fa intravedere del talento
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Opera: grande incompiuta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla