A+ A A-
 

Nuovo EP degli Alestorm con qualche inedito ed un paio di cover Nuovo EP degli Alestorm con qualche inedito ed un paio di cover

Nuovo EP degli Alestorm con qualche inedito ed un paio di cover

recensioni

gruppo
titolo
Voyage of the Dead Marauder
etichetta
Napalm Records
Anno

TRACKLIST:
1. Voyage of the Dead Marauder (ft. Patty Gurdy) =VIDEO UFFICIALE=
2. Uzbekistan =VIDEO UFFICIALE=
3. The Last Saskatchewan Pirate (The Arrogant Worms cover)
4. Sea Shanty 2 (Ian Taylor cover)
5. Cock

LINE UP:
Christopher Bowes - voce, tastiere
Mate Bodor - chitarre
Gareth Murdock - basso
Elliott Vernon - tastiere
Peter Alcorn - batteria

opinioni autore

 
Nuovo EP degli Alestorm con qualche inedito ed un paio di cover 2024-04-02 17:23:57 Virgilio
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Virgilio    02 Aprile, 2024
Ultimo aggiornamento: 02 Aprile, 2024
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ad un paio di anni dall'uscita dell'album "Seventh Rum of a Seventh Rum", gli Alestorm, giusto per tenere caldo il proprio pubblico in attesa del prossimo full-length, pubblicano un EP intitolato "Voyage of the Dead Marauder". Il disco, composto da cinque tracce per una durata complessiva che supera i quindici minuti, comincia davvero bene con due ottime tracce inedite. In particolare la title-track è una bella canzone, nel loro classico stile Folk/Power piratesco, dove sono stati inclusi peraltro anche inserti di ghironda e voci femminili (entrambi a cura di Patty Gurdy) che funzionano molto bene. Sulla stessa scia anche la traccia successiva, ovvero la travolgente "Uzbekistan", alquanto particolare per il fatto che, ad un certo punto, sono state inserite parti di autentica musica dance, creando un effetto davvero insolito ed originale. Non male "The Last Saskatchewan Pirate", cover di un brano divertente del trio canadese The Arrogant Worms, pubblicata in origine nel 1992, mentre sono invece obiettivamente trascurabili le due tracce finali, ovvero la breve strumentale "Sea Shanty 2" e "Cock". Risulta evidente come "Voyage of the Dead Marauder" non possa essere certo considerata un'uscita imprescindibile: qualche canzone meritevole di considerazione c'è però senz'altro, perciò per chi segue e apprezza la band, può rappresentare indubbiamente un piacevole ascolto.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fatal Fire, un debut album con i controfiocchi
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Benighted: tradizione e modernità, violenza cruda e groove
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
 Achelous, nuovo album e nuove emozioni per un lavoro epico
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani About Us non hanno paura di osare e pubblicano un lavoro di qualità
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Razor Attack, ci vuole di meglio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dialith, un breve EP che conferma le qualità del gruppo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ancient Trail, un disco che merita attenzione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Scarefield: orrorifici!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dyspläcer, un debut album che fa intravedere del talento
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Opera: grande incompiuta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla