A+ A A-
 

Ristampa del capolavoro dei Virgin Steele: "The Marriage Of Heaven And Hell part 1&2". Ristampa del capolavoro dei Virgin Steele: "The Marriage Of Heaven And Hell part 1&2". Hot

Ristampa del capolavoro dei Virgin Steele: "The Marriage Of Heaven And Hell part 1&2".

recensioni

titolo
The Marriage Of Heaven And Hell part 1 & 2
etichetta
SPV
Anno

Tracklist:

CD1:

01 I Will Come For You

02 Weeping Of The Spirits

03 Blood And Gasoline

04 Self Crucifixion

05 Last Supper

06 Warriors Lament

07 Trail Of Tears

08 The Raven Song

09 Forever Will I Roam

10 I Wake Up Screaming

11 House Of Dust

12 Blood Of The Saints

13 Life Among The Ruins

14 The Marriage Of Heaven And Hell

15 Angela’s Castle (bonus track)

16 The Sword Of Damocles (bonus track)

 

CD2:

01 A Symphony Of Steele

02 Crown Of Glory (Unscarred)

03 From Chaos To Creation

04 Twilight Of The Gods

05 Rising Unchained

06 Transfiguration

07 Prometheus The Fallen One

08 Emalaith

09 Strawgirl

10 Devil/Angel

11 Unholy Water

12 Victory Is Mine

13 The Marriage Of heaven And Hell (revisited)

14 A Greater Burning Of Innocence (bonus track)

15 Life Among The Ruins – Live (bonus track)

16 I Wake Up Screaming – Live (bonus track)

 

Line-up:

David DeFeis - Vocals, Keyboards

Joey Ayvazian - Drums

Edward Pursino - Guitars, Bass

 

opinioni autore

 
Ristampa del capolavoro dei Virgin Steele: "The Marriage Of Heaven And Hell part 1&2". 2014-07-12 16:31:08 Pietro La Barbera
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Pietro La Barbera    12 Luglio, 2014
Ultimo aggiornamento: 12 Luglio, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

In attesa di un nuovo album, dopo il deludente "The Black Light Bacchanalia", i Virgin Steele tornano prepotentemente sotto i riflettori, grazie ad una lussuosa opera di ristampa che prende in esame una fase molto significativa nella carriera della band. Infatti, dopo la pubblicazione di dischi fondamentali come: "Guardians Of The Flame", "Noble Savage", ed "Age Of Consent", capaci di delineare l'epic metal degli anni '80, arrivò un periodo di sbandamento, seguito dalla pubblicazione di "Life Among The Ruins", album rilasciato nel 1993, ma sorprendentemente più vicino alla proposta dei Withesnake che a quanto prodotto in precedenza. Il passaggio successivo è rappresentato da un ritorno prepotente verso sonorità epiche e maestose, grazie alla pubblicazione di "The Marriage Of Heaven And Hell", imponente lavoro diviso in due parti, rilasciato nel biennio '94/95, seguito da "Invictus" del 1998; entrambi i capitoli sono i protagonisti dell'opera di ristampa messa in atto dalla SPV. "The Marriage Of Heaven And Hell" rappresenta uno dei vertici artistici della band, proponendo una sequenza di tracce da antologia, dove DeFeis può sfoggiare tutto il suo amore per la cultura classica, riuscendo a bilanciare alla perfezione tutte le variegate espressioni musicali proposte in passato. Il primo CD, contenente la prima parte del concept, si apre con la leggendaria "I Will Come For You", manifesto stesso della musica dei Virgin Steele; pezzo capace di regalare brividi con il suo incedere solenne e fiero, spezzato da una sezione centrale melodica, fortemente impregnata di romanticismo. L'incalzante "Weeping Of The Spirits" viene seguita dalla magistrale "Blood And Gasoline", contenente un eccellente lavoro di chitarra solista. La potenza epica di "Self Crucifixion" lascia spazio all'incedere lento e solenne di "Last Supper", pezzo attraversato da un sentore sinistro, con il piano a regalare atmosfere drammatiche; il pezzo contiene una citazione del musical "Jesus Christ Superstar". Atmosfere ovattate e drammatiche sono alla base di passaggi come lo strumentale "Warrior's Lament", e le sottili e malinconiche "Forever Will I Roam" e "House of Dust", in mezzo alle quali spicca l'acciaio nobile e fiero di "I Wake Up Screaming", contenente un altro assolo di grande impatto. Le splendide parti vocali di "Life Among The Ruins" precedono la title-track, che riprende il motivo della parte centrale di "I Will Come For You". A chiudere il primo CD ci pensano le tracce bonus: "Angela’s Castle" e "The Sword Of Damocles", con la prima, strumentale, a fare da apripista per la seconda, in grado di suscitare solo in parte l'impatto epico del titolo. Il secondo CD contiene la seconda parte del concept, addirittura leggermente superiore alla prima, anche grazie ad una prestazione vocale di alta caratura, sostenuta da una travolgente "grandeur sinfonica". In apertura troviamo la leggendaria "A Symphony of Steele", imperiosa traccia arricchita da splendide aperture tastieristiche, sulle quali si stagliano fiere le vocals di un DeFeis nelle vesti di un leone indomabile. Il copione non cambia nella successiva "Crown Of Glory (Unscarred)", pezzo battagliero aperto da atmosfere sognanti. Allo strumentale "From Chaos to Creation" segue "Twilight Of The Gods", pezzo che sembra un tributo ai Judas Priest. L'imperdibile riff di Pursino nella granitica "Rising Unchained" tiene alta la guardia, con la pseudo-ballad "Transfiguration" ad evidenziare lo stato di grazia del singer. La successiva "Prometheus The Fallen One" è un piccolo capolavoro, con le sue incredibili parti vocali a impreziosire un pezzo evocativo ricco di atmosfere sognanti. "Emalaith" rappresenta la parte più sofferta e sinfonica dei Virgin Steele, con il leader DeFeis a penetrare ancora una volta il cuore dell'ascoltatore. "Strawgirl" completa un trio leggendario, consegnandoci una ballad di classe semplicemente imperdibile. La furiosa "Devil/Angel", con una sezione ritmica devastante, prepara il terreno all'intensa "Unholy Water", pezzo sostenuto da un grande lavoro chitarristico da parte di Edward Pursino. La trionfale "Victory Is Mine" anticipa la conclusiva "The Marriage Of heaven And Hell (revisited)", pezzo acustico che lega efficacemente i due capitoli di una saga leggendaria. Le tracce bonus del secondo CD propongono: la trascurabile "A Greater Burning Of Innocence", e le versioni live di "Life Among The Ruins" e "I Wake Up Screaming", la cui buona resa sonora non potrà non soddisfare. In attesa di un nuovo album, la ristampa di "The Marriage Of Heaven And Hell", appare un operazione graditissima, anche alla luce dei problemi di distribuzione che, in passato avevano messo a dura prova la reperibilità degli album dei Virgin Steele. Le tracce bonus non rappresentano nulla di prezioso per chi già possiede entrambi gli album, ma in fondo cos'altro potrebbe arricchire un capolavoro?


Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Manntra: dalla Croazia un metal tra folk, industrial e gothic
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Reunion dopo un decennio e primo full-length per i Beyond Man
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli americani Witch Vomit ed un EP pesante come un macigno
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Desaster sono l'esempio concreto di garanzia e attitudine
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Worm Shepherd inaugurano l'entrata in ULR con una ristampa del disco di debutto
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Debutto piuttosto standard quello degli americani Kill The Imposter
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli On Atlas' Shoulders realizzano un disco che non dispiace
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
J.P. Krom, un nome nuovo dal Cile
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Varego: melting pot di stili strano, ma vincente
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Shade Of Memories, nulla di memorabile
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Frozen Hell chiudono la loro carriera con un album dal retrogusto amaro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla