A+ A A-
 

EVERGREY SEMPRE OTTIMI EVERGREY SEMPRE OTTIMI Hot

EVERGREY SEMPRE OTTIMI

recensioni

gruppo
titolo
Hymns For The Broken
etichetta
AFM Records/Audioglobe
Anno

1. The Awakening
2. King Of Errors
3. A New Dawn
4.Wake A Change
5. Archaic Rage
6. Barricades
7. Black Undertow
8. The Fire
9. Hymns For The Broken
10. Missing You
11. A Grand Collapse
12. The Aftermath

opinioni autore

 
EVERGREY SEMPRE OTTIMI 2014-10-02 15:35:07 Federica Fraschini
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Federica Fraschini    02 Ottobre, 2014
Ultimo aggiornamento: 03 Ottobre, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ecco qui un altro buon lavoro degli svedesi Evergrey che, senza cadere nella noia e nel monotono, sono riusciti ad alternare sapientemente brani lenti e brani carichi che rendono il tutto molto piacevole da ascoltare.
Si parte con una breve intro e poi via in volata con "King Of Errors" e "A New dawn" che caricano l'ascoltatore e sono molto ben articolati strumentalmente, con suoni chiari e bilanciati.
Le successive "Wake A Change" e "Archaic Rage" sono molto più lente e malinconiche rispetto alle precedenti però, a mio avviso, sono due brani molto belli e, dopo il rush iniziale, sono una scelta più che azzeccata.
"Barricades" non riprende la potenza dei primi brani, ma si lascia alle spalle la malinconia dei suoi predecessori, così è anche per "Black Undertow" anche se, quest'ultima, ha delle sonorità un po' più cupe rispetto a "Barricades".
Se, nel frattempo, vi siete rilassati un po' troppo, ci pensa "The Fire" a risvegliarvi anche se, ed è l'unica critica che muoverò su questo brano, sotto certi aspetti delude un po': dall'intro ci si aspetta il tutto molto carico, invece credo che sotto questo aspetto rimarrete un po' delusi; ciò nonostante, rimane comunque un ottimo brano.
La title track "Hymns For The Broken" è un brano lento molto bello, "I Missing You" è invece una ballad solo con il pianoforte che riprende le atmosfere malinconiche che abbiamo incontrato precedentemente.
La penultima "The Grand Collapse" non mi entusiasma particolarmente, anche se trovo bella la parte strumentale e un po' meno la parte vocale; mi piace invece molto l'ultima "The Aftermath" che ha probabilmente il suo punto di forza nei cambiamenti che troviamo all'interno del brano.
Ci troviamo tra le mani un disco che potrebbe non entusiasmarvi subito al primo ascolto, ma al secondo già vi renderete conto che è un ottimo lavoro, con dei brani ben articolati che cattureranno l'attenzione dell'ascoltatore! Consigliato!!

Trovi utile questa opinione? 
12
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fans del Power Metal scandinavo, segnatevi il nome degli Evermore!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dark Forest, un EP per i fans degli Elvenking
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arriva anche sul mercato europeo il discreto EP dei Phantasmagore
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il nuovo Zornheym è molto più che un momentaneo sonno della ragione
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sufficiente la prima prova su lunga distanza dei Last Retch
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Orgg: in "Dimonios" il grido dei caduti dimenticati!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un EP piuttosto inutile per la one man band Foul Body Autopsy
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ostinazione a rinnegare la personalità: debutto per gli Stormbound
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Blood Of Indigo: non sempre esagerare porta buoni risultati
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Andy Gillion: un disco strumentale dedicato ai videogiochi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Daniele Liverani: un disco (parzialmente) diverso dal solito
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dekta: dalla Spagna con un Metal aggressivo e moderno
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla