A+ A A-
 

UN ESORDIO MAGISTRALE PER I WINTERAGE UN ESORDIO MAGISTRALE PER I WINTERAGE Hot

UN ESORDIO MAGISTRALE PER I WINTERAGE

recensioni

gruppo
titolo
The Harmonic Passage
etichetta
Nadir Music
Anno

Line Up:

Daniele Barbarossa : voce

Gabriele Boschi : violino

Dario Gisotti : tastiere

Riccardo Gisotti : chitarra

Matteo Raganini : basso

Davide Bartoli : batteria

Tracklist:

1. Ouverture In Do Minore

2. The Harmonic Passage

3. The Flame Shall Not Fade

4. Wirewings

5. Son Of Winter

6. La Caccia Di Tùrin

7. Golden Worm

8. Victory March

9. La Grotta Di Cristallo

10. Crown To The Crowds

11. Panserbjørne

12. The Endless Well

13. Awakening

opinioni autore

 
UN ESORDIO MAGISTRALE PER I WINTERAGE 2015-02-03 18:41:46 Leonardo Bacchiocchi
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Leonardo Bacchiocchi    03 Febbraio, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Risale al 2008 la data di fondazione dei Winterage, band symphonic power metal di Genova nata da un idea del violinista Gabriele Boschi e del tastierista Dario Gisotti. Dopo qualche anno passato a suonare musica strumentale e la conseguente uscita di un EP, i Winterage reclutano nel 2012 il cantante Daniele Barbarossa, la cui estensione vocale non sembra aver nulla da invidiare a quella dei ben più noti Andre Matos, Michael Kiske, Tony Martin e Alessandro Conti (per citarne solo alcuni). Ed eccoci nel 2015 a recensire "The Harmonic Passage", un debut album incredibilmente ambizioso, complesso e curato, registrato con il supporto di una vera orchestra. Come avrete già vagamente intuito, l'influenza dei nostrani Rhapsody è molto presente nel sound dei Winterage e la title-track (preceduta dalla classica intro, ormai una tradizione nei dischi di questo genere) ne è la conferma. Occorre comunque specificare che, pur assomigliando non poco alla storica band triestina, la band riesce a proporre una musica tutt'altro che banale (merito del violino, soprattutto nella sua veste solista). La tracklist scorre via veloce mantenendosi su un livello di qualità eccelso, difficile dire quali siano i brani migliori... personalmente, ho apprezzato molto la teatrale "Son Of Winter" (splendida voce femminile), la più aggressiva "Panserbjørne" (molto in stile "Reign Of Terror") e la conclusiva, epica suite "Awakening" (che sfiora i 9 minuti). Da fan di band come Rhapsody, Blind Guardian e Pathfinder, devo dire che questo full-lenght è veramente magistrale. L'unica "critica" (non necessariamente negativa) che mi sento di fare alla band riguarda la voce che, a volte, sembra ricalcare troppo quella del Fabio Lione dei primi album. Disco da avere assolutamente se siete fan del genere!

Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Grimgotts: i 3 EP in un unico album con aggiunta di inediti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla (probabile) tomba degli Oath Div. 666 risorgono i Disembodiment
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In attesa del nuovo full-length, gli Ereb Altor rilasciano un buonissimo nuovo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solo una sufficienza per il nuovo disco dei Bloody Hell
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo otto anni i francesi Seth, ma con quello che è il loro miglior disco
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con quella vena old school/progressive, gli Obsolete debuttano con un signor disco
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Assolutamente promosso il debut album omonimo degli inglesi Cult Burial
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dama, un progetto interessante per chi si nutre di hard rock e metal a 360 gradi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla