A+ A A-
 

Heavy speed metal notevole per i Darkology Heavy speed metal notevole per i Darkology Hot

Heavy speed metal notevole per i Darkology

recensioni

gruppo
titolo
Fated to burn
etichetta
Prime Eon Media
Anno

TRACKLIST: 01. Kill Me If You Can 02. Beyond The Grave 03. On Morrows Break 04. The Eyes Of The Machine 05. Quantum Genocide 06. The Shadows Of Oth 07. Fated To Burn 08. 21st Century Frankensteins (Nobot2) 09. Festival Of Fear 10. Holy 11. Nightmare King i. Shadows Of The Abyss ii. The Summoning iii. The Construct iv. Eternus Nocturne: The Dark Domain 12. Your Hollow Soul (instrumental, bonus)

 

Band:

Kelly Sundown Carpenter – Vocals (Beyond Twilight, Outworld, Epysode and former touring vocalist for Firewind)

Michael Harris – Guitars (Thought Chamber, Arch Rival, Leather, Chastain)

Mike Neal – Bass (Medieval Steel, Salem’s Lot)

Brian Harris – Drums (Firewind, Solstice (US), My own Victim)

opinioni autore

 
Heavy speed metal notevole per i Darkology 2015-07-27 13:31:18 Celestial Dream
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Celestial Dream    27 Luglio, 2015
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli statunitensi Darkology pubblicano il loro secondo lavoro con questo "Fated to burn", un concentrato di heavy metal vecchia scuola ma articolato e con qualche influenza prog.

Le songs contenute in questo album sono taglienti come una lama d'acciaio e lo dimostra subito l'opener "Kill me if you can". Tra Judas Priest, Mercyful Fate, Hell e Dark Avenger, la band alterna momenti piu heavy/speed a ritmi thrash fino a qualche momento progressivo, sempre con una giusta dose di potenza e melodia con la buonissima ugola di Kelly Sundown Carpenter. La produzione pulita rende le 12 tracce molto piacevoli ad iniziare dal mid tempo "On Morrows Break" e alla successiva "Eye of the machine". La power ballad (e title track) è un altro brano degno di nota ma la tracklist ha pochissimi punti deboli (forse giusto un paio di tracks sottotono) come dimostra la potente "21st Century Frankensteins (Nobot2)" o la luna e articolata "Nightmare King", che supera i 9 minuti.

Insomma non c’è dubbio che i Darkology ci sappiano fare; questo disco non sarà originale al 100% ma il loro heavy metal articolato farà brillare gli occhi a molti che seguono queste sonorità.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Hexorcist ed un debut album che sembra arrivare dalla fine degli 80's
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una prova matura al terzo album per i tedeschi Temple of Dread
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rebellion si confermano su livelli qualitativi elevati
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Altra buona prova per i finlandesi Galvanizer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sufficiente la prima prova su lunga distanza dei Necrogod
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Space Chaser si meritano la sufficienza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Innasanatorium, ennesimo esempio dell'incapacità del music business
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Lasting Maze possono migliorare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sin troppo breve il nuovo EP degli algerini Silent Obsession
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Unclesappa: melodie eteree a suon di Ambient & Rock.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una produzione a dir poco mediocre rovina il debut album dei Solus ex Inferis
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla