A+ A A-
 

Furioso thrash per il debut dei Chaos Theory Furioso thrash per il debut dei Chaos Theory Hot

Furioso thrash per il debut dei Chaos Theory

recensioni

titolo
Bio-death
etichetta
Massacre Records
Anno

 

Track-list:

1) Faith

2) Virus

3) Dawn of death

4) Carnage

5) Biodeath

6) Chockers

7) Domination

8) Xenotransplant

9) Final solution

10) Spyral

opinioni autore

 
Furioso thrash per il debut dei Chaos Theory 2012-09-09 17:32:38 Ninni Cangiano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    09 Settembre, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tra le tante uscite che periodicamente vengono proposte dalle varie labels con cui allaroundmetal.com ha l’onore di collaborare, ogni tanto ne sfugge qualcuna di interessante, vuoi perché è impossibile star dietro alla marea di produzioni che ci sono oggigiorno, ma anche perché è arduo conoscere tutte le bands che ci sono nel mondo metal. E’ stato questo, per quanto mi riguarda, il caso dei trentini Chaos Theory (da non confondere con la band inglese omonima), usciti qualche mese fa per Massacre Records con il loro gradevole debut album intitolato “Bio-death”. Il genere musicale del combo italiano è un furiosissimo thrash metal, scandito dalla arrabbiatissima voce dello screamer Claudio Peterlini; non manca qualche influenza hard-core, di quello vecchio stampo, a rendere ancora più duro e grezzo il suono. Per i maniaci dei paragoni, direi che mi hanno ricordato qualcosa dei vecchi Sacred Reich o dei primi Vio-lence, per chi ricorda l’ondata thrash proveniente dagli States dopo l’esplosione del fenomeno Bay-Area. Un assalto all’arma bianca, insomma, che non lascia sopravvissuti sotto il palco, con brani tutti quanti di durata decisamente breve e concisa (mediamente attorno ai 3 minuti) per una mezz’ora di violenza sonora che stenderebbe chiunque. Nella musica dei Chaos Theory, però, è bene dirlo, non c’è solo violenza, ma anche rari spazi per qualche melodia, grazie agli assoli delle chitarre di Giovanni Spagnoli (fondatore della band) e Davide Benedetti. I 10 pezzi scorrono uno dopo l’altro ed è tutto l’album a convincere per compattezza ed energia; a voler trovare il pelo nell’uovo, forse, i brani si assomigliano alquanto tra di loro e sarebbe stato utile poter disporre di maggiore diversificazione; ad esempio, avrei sviluppato maggiormente l’attacco melodico di “Final solution”, al fine di dare un po’ di respiro ed evitare un continuo assalto sonoro dal primo all’ultimo secondo. Qui, però, si entra nel campo minato dei punti di vista personali, nel quale ognuno è libero di esprimere la propria opinione senza pretendere di avere per forza ragione. Doveroso sottolineare come sia piacevole la copertina che raffigura uno scenario apocalittico (un classico del genere!), realizzata da Jan Yrlund, artista che ha collaborato anche con Korpiklaani, Impaled Nazarene, Stratovarius, Sirenia, ecc. Tirando le somme “Bio-death” è un buon debut album per una band, i Chaos Theory, che suonano un thrash furioso ed arrabbiato che, seppur non molto originale (che non credo sia l’obiettivo di questi ragazzi), regala energia ed adrenalina in quantità industriale.

Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fortunato, si deve migliorare su diversi aspetti
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Meravigliosa sorpresa a nome Yattafunk!!!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un viaggio nel medioevo con i Sommo Inquisitore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A zonzo sul confine tra Svezia e Norvegia col debutto degli Åskog
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Against Evil ed il loro genuino heavy metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Artillery: con una X segnano il decimo album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un debutto sufficiente per gli Helltern
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Junkwolvz: un esordio incerto.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Segnatevi il nome dei Nightshadow!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla