A+ A A-
 

Ex Deo: Per Roma!!! Ex Deo: Per Roma!!! Hot

Ex Deo: Per Roma!!!

recensioni

gruppo
titolo
Caligvla
etichetta
Napalm Records
Anno

 

 

1. I, Caligvla

2. The Tiberius Cliff (Exile To Capri)

3. Per Oculus Aquila

4. Divide Et Impera  

5. Pollice Verso (Damnatio Ad Bestia)

6. Burned To Serve As Nocturnal Light

7. Teutoburg (Ambush Of Varus)

8. Along The Appian Way

9. Once Were Romans

10. Evocatio – The Temple Of Castor & Pollux

opinioni autore

 
Ex Deo: Per Roma!!! 2012-09-11 20:20:59 Gianni Izzo
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Gianni Izzo    11 Settembre, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Secondo album per gli Ex Deo, progetto parallelo dell’italo-canadese Maurizio Iacono, frontman dei più conosciuti Kataklysm, storica death metal band canadese.
Continua quindi la saga dedicata all’amato impero romano tra storia e leggenda, cominciata con il debutto di qualche anno fa intitolato “Romulus”. Questa volta l’album è dedicato a Caligola, nato esattamente 2000 anni prima dell’uscita del disco, infatti Caligola nacque esattamente il 31 agosto del 12 a.C.
Intorno al progetto ritroviamo la band dei Kataklysm al completo con in più il bassista dei Martyr, Froncois Mongrain, ed il tastierista dei mediocri Blackguard, Jonathan Leduc, che qui dà un contributo fondamentale alla riuscita del disco. Inoltre troviamo ospiti come Mariangela Demurtas dei Tristania, Stefan Fiori dei Graveworm e Seth Siro Anton dei Septic Flesh. Il tutto è egregiamente prodotto dal chitarrista dei Kataklysm, Jean Fancois Dagenais. Le sonorità non sono cambiate molto rispetto all’album di debutto, siamo di fronte a dei pezzi epici che si rifanno sia al death melodico che al pagan metal, aggiungendo quelle sonorità greco romane, riprese da molti film di genere, ma anche da gruppi come i più classici Virgin Steele. Immaginatevi quindi brani rocciosi, ritmiche per lo più marziali, riff e strutture essenziali, mai troppo complicate, ma che trovano il loro completamento nel sapiente utilizzo delle tastiere di Leduc e nella meravigliosa e potente interpretazione del cantante Maurizio Iacono. Tranne un paio di brani un po’ troppo squadrati quanto tediosi, “Caligula” si presenta come un lavoro molto interessante ed avvincente fin dal riuscitissimo singolo “I, Caligula”, passando per le linee melodiche delle chitarre di “Per Oculus Aquila” che faranno la felicità dei fans degli Amon Amarth. Da segnalare ancora la tirata “Divide Et Impera” che vede il suo climax nel refrain dove esplode letteralmente il chorus tutto al femminile di Mariangela Demurtas. Ma è quasi tutto l’album che si assesta su composizioni di livello medio alto, tanto da fare di “Caligvla” un disco che, se da una parte non racconta certo qualcosa di nuovo, dall’altra si presenta sicuramente come un lavoro molto ispirato ed ottimo nel proprio genere.

Trovi utile questa opinione? 
01
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fortunato, si deve migliorare su diversi aspetti
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Meravigliosa sorpresa a nome Yattafunk!!!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un viaggio nel medioevo con i Sommo Inquisitore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A zonzo sul confine tra Svezia e Norvegia col debutto degli Åskog
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Against Evil ed il loro genuino heavy metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Artillery: con una X segnano il decimo album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un debutto sufficiente per gli Helltern
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Junkwolvz: un esordio incerto.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Segnatevi il nome dei Nightshadow!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla