A+ A A-
 

Grandissimo rock&roll con i Starlight Searchers Grandissimo rock&roll con i Starlight Searchers Hot

Grandissimo rock&roll con i Starlight Searchers

recensioni

titolo
Don't bring the kids
etichetta
Sliptrick Records
Anno

TRACKLIST

1 Mama Hell Road
2 Dancing On Fire
3 My Dirty Heart
4 Wasting Time
5 Head Full of Hate
6 Running Hot
7 Take You Home
8 Buried & Blessed
9 Tourist Hotel
10 Today She Is Mine
11 I Can't Resist No Pain
12 Let Me Die
13 Lunch from a Can
14 Swimming in Blood
15 It Ain't Right
16 I Gotta Crush On You
17 I Had Enough of You
18 The Devil Nobody Ever See
19 Six Nights a Week
20 Love You So Much
21 Take Me Back

Band:

Louie Fontaine DK: Voc/Bas/Gui 
EK (LV) : Guitars 
Martin Burke (US): Gui/Bass,Voc 
John DC Washington (US): Drums

opinioni autore

 
Grandissimo rock&roll con i Starlight Searchers 2016-10-11 00:24:18 Celestial Dream
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Celestial Dream    11 Ottobre, 2016
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Che gran bel disco rock/blues questo "Don't bring the kids" degli Starlight Searchers, band americana che arriva da New Orleans ed è attiva dal 2010.

Partiamo dall'unica pecca di questo disco ovvero l'essere un pò troppo prolisso. Limitando la trackilist a 13-14 brani sarebbe stato molto più facile l'ascolto ma pazieza perchè i brani sono brevi, intensi e non presentano fillers. Certo che si potevano quasi fare due dischi con tutto questo materiale. Sorvolando questo aspetto restano solo cose positive dall'ascolto di questo lavoro. Splendida l'apertura affidata a "Mama hell road" e poi l'irresistibile "Running hot". Atmosfere a stelle e strisce ci accompagnano lungo tutto il lavoro con songs che prendono ispirazione dagli anni 70 ma con una freschezza invidiabile. Addirittura troviamo momenti country in pezzi come "Buried & Blessed". Con "Tourist Hotel" sembra di stare nel bel mezzo di un film western. E l'ascolto procede senza intoppi fino alla fine con personalmente highlights come "I Can't Resist No Pain" e "I Gotta Crush On You" tanto per citarne un paio.

Un disco che ascolto da tempo ma che solo ora riesco a recensire. Un piacere ascoltare le note di "Don't bring the kids", complimenti agli Starlight Searchers! E tutti voi che state leggendo queste righe ricordatevi queste parole: RECUPERATE QUESTO DISCO!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

A zonzo sul confine tra Svezia e Norvegia col debutto degli Åskog
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Against Evil ed il loro genuino heavy metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Artillery: con una X segnano il decimo album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Red Moon Architect: il freddo bacio finnico della morte
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Einherjer: risplende sufficientemente bene la stella dei vichinghi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Junkwolvz: un esordio incerto.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Segnatevi il nome dei Nightshadow!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla