A+ A A-
 

I Be the Wolf con disco che fila via che è un piacere e una volta terminato l'istinto di premere di nuovo PLAY è fortissimo I Be the Wolf con disco che fila via che è un piacere e una volta terminato l'istinto di premere di nuovo PLAY è fortissimo Hot

I Be the Wolf con disco che fila via che è un piacere e una volta terminato l'istinto di premere di nuovo PLAY è fortissimo

recensioni

titolo
Rouge
etichetta
Scarlet Records
Anno

Tracklist
1. Phenomenons
2. Down to the River
3. Animals
4. Blah Blah Blah
5. Shibuya
6. Gold Diggers
7. Peeps
8. Rise up Together
9. The Game
10. Freedom

Line Up

Federico Mondelli (Voce, Chitarra)
Marco Verdone (Basso)
Paul Canetti (Batteria)

opinioni autore

 
I Be the Wolf con disco che fila via che è un piacere e una volta terminato l'istinto di premere di nuovo PLAY è fortissimo 2017-05-27 13:17:54 Celestial Dream
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Celestial Dream    27 Mag, 2017
Ultimo aggiornamento: 28 Mag, 2017
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Che bella sorpresa questo secondo lavoro dei torinesi Be the Wolf. Il trio piemontese ci delizia con un alternative hard rock molto maturo e fresco.

I brani sono ben composti e arrangiati, non ci sono filler e la tracklist ė molto varia. Sono chiare le influenze dettate dall'hard rock classico degli anni '70/'80, ma sono altrettanto evidenti le sonorità più moderne. "Down to the River" ci fa respirare atmosfere settantiane, mentre la più moderna e radiofonica "Animals" piace da morire con Marco Verdone a condurre le danze con il suo basso in evidenza. Ma il disco ė zeppo di pezzi ben riusciti, come "Blah Blah Blah" che ci conduce su territori più alternative alla Alter Bridge, ma come non citare "Rise up Together"? Un disco che fila via che è un piacere (anche grazie all'ottimo lavoro del leader Federico Mondelli alla voce) e, una volta terminato, l'istinto di premere di nuovo PLAY è fortissimo.

Applausi, soltanto tanti applausi per i Be the Wolf. "Rouge" ė un lavoro che guarda anche fuori dai confini nazionali, senza timore di confrontarsi con i grandi nome del genere.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fortunato, si deve migliorare su diversi aspetti
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Meravigliosa sorpresa a nome Yattafunk!!!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un viaggio nel medioevo con i Sommo Inquisitore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A zonzo sul confine tra Svezia e Norvegia col debutto degli Åskog
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Against Evil ed il loro genuino heavy metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Artillery: con una X segnano il decimo album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un debutto sufficiente per gli Helltern
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Junkwolvz: un esordio incerto.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Segnatevi il nome dei Nightshadow!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla