A+ A A-
 

CREATIVITA' 10, PRODUZIONE 6 PER GLI HAIDUK CREATIVITA' 10, PRODUZIONE 6 PER GLI HAIDUK Hot

CREATIVITA' 10, PRODUZIONE 6 PER GLI HAIDUK

recensioni

gruppo
titolo
"Spellbook"
etichetta
autoprodotto
Anno

Line Up:

 

Luka Milojica: voce, chitarre, basso drum programming

 

Tracklist:

 

1 Lich

2 Stormcall

3 Black Wind

4 Maelstorm

5 Forcefield

6 Hex

7 Tremor

8 Fire Wield

9 Lightning

10 Vortex

opinioni autore

 
CREATIVITA' 10, PRODUZIONE 6 PER GLI HAIDUK 2012-12-06 11:17:08 Michele Alluigi
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Michele Alluigi    06 Dicembre, 2012
Ultimo aggiornamento: 06 Dicembre, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Haiduk sono un solo project del chitarrista canadese Luka Milojica, qui impegnato nella composizione totale di questo nuovo lavoro a due anni di distanza dal precedente “Plagueswept” del 2010. Il sound proposto è una mistura di black metal molto tecnico, misto al death anch'esso molto elaborato strutturalmente; in parole povere, ciò che oggi, grazie all'onda di Behemoth ed Hate, principalmente viene definito "Blackned".
Sin dall'iniziale "Lich" il disco si sviluppa sulla potenza e sul groove dei brani, il songwriting è molto originale e ben studiato, poiché ripesca le influenze della scuola estrema più antica, per poi evolversi in uno stile decisamente nuovo e fresco.
Sono le chitarre a risaltare sul resto, vuoi anche perché strumento principale dell'assai dotato musicista canadese, il che risulta però un po' arma a doppio taglio: sia chiaro nel complesso è un buon lavoro, ma forse le sei corde godono di una cura maggiore rispetto agli altri strumenti, che a loro volta sono un pò “eclissati”; il basso infatti si sente poco, col risultato che a livello qualitativo i pezzi risultano ottimi come creatività, ma piatti sul piano produttivo. La batteria, essendo fatta per mezzo di programming, si presenta troppo fredda e finta, varia ed elaborata sul piano compositivo delle singole partiture ma, come per il basso, i suoni appiattiscono troppo, col risultato che il disco nel complesso suona non come una band, ma come un chitarrista con il supporto di qualche sampler ritmico.
In conclusione, il lavoro di questo metal-head canadese è sicuramente valido sul piano compositivo, i brani infatti dimostrano più che a dovere le sue doti ed il suo gusto ma, se posso permettermi, consiglio per i prossimi lavori una cura maggiore dei suoni degli altri strumenti di cui si avvale, in modo tale che le sue doti chitarristiche spacchino a dovere.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fortunato, si deve migliorare su diversi aspetti
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Meravigliosa sorpresa a nome Yattafunk!!!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un viaggio nel medioevo con i Sommo Inquisitore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A zonzo sul confine tra Svezia e Norvegia col debutto degli Åskog
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Against Evil ed il loro genuino heavy metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Artillery: con una X segnano il decimo album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un debutto sufficiente per gli Helltern
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Junkwolvz: un esordio incerto.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Segnatevi il nome dei Nightshadow!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla