A+ A A-
 

Un breve EP per gli Ingested che potrà far gola solo ai fans della band Un breve EP per gli Ingested che potrà far gola solo ai fans della band Hot

Un breve EP per gli Ingested che potrà far gola solo ai fans della band

recensioni

gruppo
titolo
Call of the Void
etichetta
Unique Leader Records
Anno

PROVENIENZA: UK

GENERE: Slam/Brutal Deathcore 

FFO: Acrania, Vulvodynia, Katalepsy, Carnifex 

LINE UP:
Jason Evans - vocals
Sean Hynes - guitars
Sam Yates - guitars
Bradley Fuller - bass
Lyn Jeffs - drums 

TRACKLIST: 
1, Mouth of the Abyss [04:42] 
2. Eternal Kingdoms Pt.1 [03:56] 
3. Eternal Kingdoms Pt.2 [02:53] 
4. The Empyrean Creed [05:50] 
5. Erotic Depravity (Bonus Track) [02:54] 

Running time: 20:15 

opinioni autore

 
Un breve EP per gli Ingested che potrà far gola solo ai fans della band 2019-06-13 14:18:27 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    13 Giugno, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

A poco più di un anno di distanza dal loro disco No. 4, "The Level Above Human", tornano con un breve EP gli slam/brutal deathcorers britannici Ingested; formato da quattro pezzi (più una bonus track nella versione CD), "The Call of the Void" è, essenzialmente, un'uscita che farà gola probabilmente solo ai fans del quintetto di Manchester. Una ventina di minuti in cui la band inglese dimostra come mai sia ritenuta tra le migliori realtà del sottogenere Slam, ma che a conti fatti ci dice ben poco d'altro: togliendo dal conto "Eternal Kingdoms Pt.2" che semplicemente riprende l'arpeggio con cui s'era aperta la prima parte del brano, i restanti quattro sono fondamentalmente quello che ci si sarebbe aspettati dagli Ingested: un riffingwork roccioso, ritmiche serrate, il tutto condito da una massiccissima dose di groove, elemento immancabile (direi fondamentale) in questo genere.
Normalmente consiglierei gli Ingested esclusivamente ai fans delle frange più moderne del Death Metal - Slam e Deathcore, per l'appunto -, ma per quanto riguarda "Call of the Void" il discorso va restringendosi ancor di più, ed è molto probabile che solo nel caso siate fans dell'act britannico questo breve lavoro possa farvi drizzare le antenne, più per motivi collezionistici che altro. Assolutamente non un brutto lavoro, questo "Call of the Void", che è anzi nella buona media dei Nostri, ma resta il fatto che sia un'uscita non così trascendentale.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Grimgotts: i 3 EP in un unico album con aggiunta di inediti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla (probabile) tomba degli Oath Div. 666 risorgono i Disembodiment
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In attesa del nuovo full-length, gli Ereb Altor rilasciano un buonissimo nuovo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solo una sufficienza per il nuovo disco dei Bloody Hell
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo otto anni i francesi Seth, ma con quello che è il loro miglior disco
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con quella vena old school/progressive, gli Obsolete debuttano con un signor disco
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Assolutamente promosso il debut album omonimo degli inglesi Cult Burial
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dama, un progetto interessante per chi si nutre di hard rock e metal a 360 gradi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla