A+ A A-
 

Una nuova versione dello spettacolare "Traced in air" dei Cynic Una nuova versione dello spettacolare "Traced in air" dei Cynic Hot

Una nuova versione dello spettacolare "Traced in air" dei Cynic

recensioni

gruppo
titolo
"Traced in air remixed"
etichetta
Season Of Mist
Anno

 

TRACKLIST:

1. Nunc Fluens (2:57)

2. The space for yhis (5:47)

3. Evolutionary sleeper (3:36)

4. Integral birth (3:45)

5. The unknown guest: (4:09)

6. Adam's Murmur (3:29)

7. King of those who know (6:08)

8. Nunc Stans (4:14)

Total: 34:05

 

Recording line-up:

Paul Masvidal: Vocals, Guitar, Guitar Synth

Sean Reinert: Drums, Percussion

Sean Malone: Bass, Stick

Tymon Kruidenier: Guitar

 

Current Line-up:

Paul Masvidal: Vocals, Guitar, Guitar Synth

Sean Malone: Bass, Stick

Matt Lynch: Drums, Percussion

opinioni autore

 
Una nuova versione dello spettacolare "Traced in air" dei Cynic 2019-09-29 15:53:27 Ninni Cangiano
voto 
 
5.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    29 Settembre, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Correva l’anno 2008, i Cynic si erano riformati da poco ed a novembre la Season Of Mist diede alle stampe quel capolavoro intitolato “Traced in air”, secondo disco di una delle band più incredibili della storia del metal. Già la copertina dell’artista Robert Venosa era tutto un programma, un’opera d’arte come biglietto da visita per un album inimitabile, realizzato con una tecnica mostruosa, un disco che portava il mondo del metal verso un’altra dimensione, quella della contaminazione con generi musicali finanche lontani dal metal, come il fusion ed il jazz; una contaminazione che, come un trip visionario, è difficile da assimilare ma, quando ti prende, lo fa in maniera definitiva lasciandoti letteralmente tramortito. Come una droga le sinuose sonorità degli 8 pezzi si insinuano dentro il tuo essere per ammaliarti e condurti alla follia o all’allucinazione. I Cynic sono tutto questo, non sono per comuni mortali e sono difficili da comprendere e da amare, soprattutto considerando quanto siano poco prolifici e quanto poco si vedano in giro. Con “Traced in air” hanno scritto una pagina indelebile della storia della musica metal ed il 27 settembre 2019 la Season Of Mist ha pensato bene di rilasciare una nuova versione di quel mitico disco, intitolata “Traced in air remixed”, la cui copertina è una piccola parte di quel meraviglioso dipinto di Robert Venosa. Questa nuova versione è più breve della precedente di pochi secondi ed i brani sono stati modificati solo leggermente, con nuove parti di basso del grande Sean Malone; naturalmente si è poi messo mano alla produzione con un nuovo mix ed una ri-masterizzazione dell’intero lavoro. Chi conosce quindi la versione originale, sa benissimo cosa si troverà ad ascoltare; chi, invece, non conosce “Traced in air” o, ancora peggio, gli stessi Cynic (gravissima mancanza!) sappia che avrà davanti qualcosa di estremamente particolare e difficilissimo da classificare, un sound che va oltre il death o il thrash, che estende la musica metal a qualcosa di nuovo ed inimitabile che non è per niente semplice da comprendere, realizzato con una tecnica che ha del mostruoso. Ma i Cynic sono così, o si amano alla follia, o si detestano ed anche questa nuova versione “Traced in air remixed” non si discosta dalla linea.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

TrollfesT: un album dal sapore estivo dedicato anche ai non addetti ai lavori
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto a dir poco incredibile per Swartadauþuz ed i suoi Trolldom
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Molto lungo ma anche molto affascinante il terzo studio album dei Prometheus
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I texani Void Witch si presentano con un più che soddisfacente EP omonimo
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Death/Thrash diretto e viscerale per i polacchi Infernal Bizarre
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Bentornata, Sarah Jezebel Deva!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il troppo stroppia: nuovo album per i Lost Tribes Of The Moon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Tomb Mold un nuovo demo breve quanto affascinante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole gemme sinfoniche: debutto per i Carmeria!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cobra Spell: nuovo EP che segue le sonorità più classiche
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una produzione pessima condanna il debutto degli Ethereal Realm
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla