A+ A A-
 

La speranza arriva dalla Grecia con il primo lavoro degli Hand Of Fate La speranza arriva dalla Grecia con il primo lavoro degli Hand Of Fate Hot

La speranza arriva dalla Grecia con il primo lavoro degli Hand Of Fate

recensioni

titolo
Messengers Of Hope
etichetta
Autoproduzione
Anno

Tracklist:
1. No Plaything
2. Messengers Of Hope
3. Enchanted
4. Tempation
5. Touched By An Angel
6. The Gift
7. Fading Dreams
8. A Time I Was Free

Line-up:
Alexandra Anagnostopoulou (voce)
John Hatzidimos (chitarra solista)
Tassoss Gerasimou (chitarra ritmica)
Sotos Sofidis (basso)
Teo Koutsos (batteria)

opinioni autore

 
La speranza arriva dalla Grecia con il primo lavoro degli Hand Of Fate 2020-04-08 10:07:58 Sonia Giomarelli
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Sonia Giomarelli    08 Aprile, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La Grecia in questi ultimi anni si è fatta notare nell'Underground per aver dato i natali a band importanti e decisamente molto validi. Per non citare i Firewind guidati dal mastermind Gus G., la penisola ellenica vanta nomi come Rotting Christ, Septicflesh, Suicidal Angels etc..
Il sottobosco della scena greca pullula di realtà più o meno interessanti che in questi ultimi tempi hanno portato avanti la loro attività nonostante i mille problemi di un paese che a livello economico ha accusato molto ma che forse sul piano culturale/musicale e più specificatamente quello Metal, ha molto da dire.
Greci sono gli Hand Of Fate, originari di Salonicco, la seconda città più importante e numerosa del paese dopo Atene, famoso centro artistico e sede di alcuni patrimoni dell'Unesco. La band nasce nel 2014 ed esordisce su disco con "Messengers Of Hope", uscito nell'aprile del 2017 e che rappresenta al meglio la proposta musicale di questa band greca che pare essere cresciuta a pane e Symphonic Metal con punte di riguardo verso certo Melodic Rock anni '80.
Se ascoltiamo i pezzi che vanno ad esempio a comporre la prima metà del platter, ci accorgiamo di come la struttura musicale sia caratterizzata da stacchi prettamente sinfonici ("Enchanted") ad altri ancora più cadenzati (title-track, "The Gift".
La particolarità della musica di questi ragazzi è che non abbiamo di fronte l'ennesima band di Metal Sinfonico, bensì un qualcosa di molto particolare. Gli Hand Of Fate cercano in tutti i modi - e ci riescono molto bene - a non assomigliare ad altri gruppi ma tentano un approccio più introspettivo figlio di una certa tradizione legata al loro paese di origine, la Grecia, la quale a differenza di altri paesi come ad esempio la Finlandia, patria dei Nightwish, band che forse ha ispirato non poco il sound degli HOF, ha un approccio più "easy" e meno oscuro ma sempre atmosferico. Ciò dunque va ad influenzare la musica stessa che risulta veramente valida nel suo complesso.

"MOH" è un lavoro di caratura ottima che magari non potrà piacere a tutti, ma che convince a pieno per inventiva e passione, elementi che non mancano assolutamente a questa band. Da tenere d'occhio!

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

A zonzo sul confine tra Svezia e Norvegia col debutto degli Åskog
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Against Evil ed il loro genuino heavy metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Artillery: con una X segnano il decimo album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Red Moon Architect: il freddo bacio finnico della morte
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Einherjer: risplende sufficientemente bene la stella dei vichinghi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Junkwolvz: un esordio incerto.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Segnatevi il nome dei Nightshadow!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla