A+ A A-
 

32 ANNI E NON SENTIRLI, LA LONGEVITA' DEI SODOM 32 ANNI E NON SENTIRLI, LA LONGEVITA' DEI SODOM Hot

32 ANNI E NON SENTIRLI, LA LONGEVITA' DEI SODOM

recensioni

gruppo
titolo
Epitome of Torture
etichetta
SPV/Steamhammer
Anno


LINE-UP:
 
Tom Angelripper – bass, vocals
Bernemann – guitars
Markus “Makka” Freiwald – drums

Track list

1. My Final Bullet 04:40
2. S.O.D.O.M. 03:46
3. Epitome Of Torture 03:31
4. Stigmatized 02:56
5. Cannibal 04:19
6. Shoot Today – Kill Tomorrow 04:01
7. Invocating The Demons 04:25
8. Katjuscha 03:43
9. Into The Skies Of War 03:51
10. Tracing The Victim 04:46
11. Waterboarding 05:06 (bonus track)
12. Splitting The Atom 04:28 (bonus track)

opinioni autore

Voto medio dell'autore: 2 user(s)

voto 
 
3.5  (2)

 
32 ANNI E NON SENTIRLI, LA LONGEVITA' DEI SODOM 2013-12-04 18:12:07 mario
voto 
 
3.0
Opinione inserita da mario    04 Dicembre, 2013
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dopo il buono ( ma non grande) album 'In War and Pieces' i Sodom tornano continuando sulla stessa via con il nuovo 'Epitome Of Torture'. Solita formula dei Sodom, un album violento, con le tematiche di guerra che sono sono a loro molto care, ed il risultato finale non è negativo. Ci si aspettava di più, ma rimane comunque un buon lavoro, meglio indubbiamente di 'Phantom antichrist' dei Kreator.
(Vorrei sottolineare che questa non è recensione, è solo un opinione...)

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
32 ANNI E NON SENTIRLI, LA LONGEVITA' DEI SODOM 2013-04-11 14:03:42 Monica Meistro
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Monica Meistro    11 Aprile, 2013
Ultimo aggiornamento: 11 Aprile, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sono passati 32 anni da quando il signor Tom Angelripper ha fondato i suoi Sodom, eppure, a sentire questo loro nuovo lavoro, non ne sembra passato nemmeno uno. Non solo ascoltare “Epitome of Torture” è stato come fare un salto indietro nel tempo, ma è anche la prova tangibile che il thrash con la T maiuscola, quello che ti fa venire fame di mosh e sete di birra (tedesca ovviamente) non è morto.
La mia attesa quindi non è stata delusa; questo album è infatti un mix del vecchio “grezzume” anni '80 e di quel tocco di sperimentazione che avevamo già un po' sentito in “In War and Pieces”, completato perfettamente da una ottima produzione.
Come già anticipato, il riffing è quello tipico dei ruggenti anni del thrash, supportato da un Markus Freinwald di sorprendente energia. Su tutte spiccano senz'altro l'auto celebrativa S.O.D.O.M. che sarà sicuramente un pezzo vincente soprattutto in sede live e “Tracing the Victim” che secondo me, insieme alla title track, sono i pezzi migliori dell'album.
In conclusione non posso far altro che scalpitare fino a settembre quando potrò vedere con i miei occhi come questi rinnovati Sodom funzionano on stage.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Hammer King continuano sulla loro strada
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto più che buono per il trio Death/Doom russo Gosudar
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si conclude il ciclo narrativo dei Distant con un secondo monolitico album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un tripudio di anni '80 in questo primo EP dei canadesi Video Nasty
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una buona sufficienza per il debutto degli americani Exsanguination
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto solista per l'ex leader degli Acheron, Vincent Crowley
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Shade Of Memories, nulla di memorabile
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Frozen Hell chiudono la loro carriera con un album dal retrogusto amaro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Metalwings si confermano su ottimi livelli
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo sette anni i pugliesi Reality Grey tornano con il miglior album della loro carriera
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Kalah si confermano su livelli eccezionali!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Before & Apace esordiscono con un album davvero originale, che unisce musica e scienza
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla