A+ A A-
 

"I feel terror... I feel love...": addentriamoci nella cripta dei Funeralia "I feel terror... I feel love...": addentriamoci nella cripta dei Funeralia Hot

"I feel terror... I feel love...": addentriamoci nella cripta dei Funeralia

recensioni

gruppo
titolo
Adaptation
etichetta
Black Tears
Anno

Tracklist: 
1. My Child You Frown In The Clouds
2. I Will Die If You Dream
3. Joy Of Your Misery
4. Your Somber Look
5. Black And White
6. When The Forest Murmurs Tears
7. Funeralia 

Line Up: 
Barbara Carrasco : Vocals
Euman : Bass / Vocals
Javi Ferrere : Guitars And Orchestration
Lidi Lidalin : Vocals And Soprano
Additional Musicians: 
Rosario Rodriguez : Grand Piano
Jesus MW : Drums

opinioni autore

 
"I feel terror... I feel love...": addentriamoci nella cripta dei Funeralia 2020-10-11 17:00:55 Francesco Yggdrasill Fallico
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Francesco Yggdrasill Fallico    11 Ottobre, 2020
Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Non scomoderò nomi altisonanti dello scenario doom o death per parlare di questo combo che viene dall’estremo sud della Spagna, ma voglio esser quanto più onesto con chi si accinge a leggere le mie parole.
Troppo facile sarebbe liquidare la band o, ancor peggio, osannarla, semplicemente per compiacere qualcuno, come ultimamente va di moda, ma, credo sia più corretto darvi un’analisi libera da ogni pretesto o condizionamento.
Partiamo dal presupposto che chi scrive ama alla follia un certo tipo di doom funereo , fatto di atmosfere dilatate o rallentate all’inverosimile, suoni cupi e ovattati e una sezione ritmica al limite della psicosi, ma non è questa la chiave di lettura di questo lavoro e se qualcuno ve lo presenterà così, probabilmente ha ascoltato qualcos’altro!
Non inganni la presenza di due voci femminili all’interno della band iberica, in quanto la Carrasco rappresenta l’anima più dura della formazione, la voce in growl che a volte sfocia in uno screaming, non sempre preciso, ma comunque efficace nell’economia della band e dall’altra la soprano Lidalin che però non osa quanto potrebbe e mi auguro che prenda sempre più consapevolezza delle proprie capacità.
Si ragazze, vorrei proprio da voi una prestazione che mi faccia dire…loro sono uniche e non comuni!!!
Negli anni ’90, prima che divenisse quasi normale l’uso delle doppie voci, vennero fuori delle figure capaci di non esser rilegate al ruolo di coriste o di riempimento, ma che furono in grado di spiccare persino sui propri colleghi uomini che, in teoria, rivestivano il ruolo di lead vocalist…
A riscatto della band, vi sottolineo che, pur essendo questo il debut, che segue, a distanza di poco più di due anni, il demo di esordio, c’è una bella compattezza di suoni, che trovano esplicazione più intensa nella parte centrale di questo lavoro che si assesta sui 52 minuti di durata, dandoci, come da canoni, brani che non vanno mai sotto i 6 minuti di durata.
“Joy Of Your Misery” e ancor più “Your Somber Look”, sono i due brani che danno meglio il potenziale di crescita di questo quartetto, che spero riesca sempre più ad amalgamarsi e diventare band, vista anche la compattezza ritmica che il fondatore Euman, al basso, ha qui col batterista Jesus MW, vecchia mia conoscenza anche come editor di zines, oltre che in forza nei MurderWorker.
Mi aspetto davvero tanto da voi cari Funeralia e, credo non deluderete le aspettative!!!
“…I feel terror…I feel love!...”

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I Conjurer dimostrano una crescita stilistica esponenziale
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hydrogyn: una ripartenza con qualche dubbio.
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arrivano dal Giappone i probabili nuovi sovrani della scena Goregrind: i Pharmacist
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Holy Dragons, il ventesimo album non va oltre la sufficienza
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Immortal Sÿnn, ancora troppa carne al fuoco
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Rotted Through ed il loro malatissimo concept album di debutto ispirato al Dark Web
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bentornata, Sarah Jezebel Deva!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il troppo stroppia: nuovo album per i Lost Tribes Of The Moon
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per i Tomb Mold un nuovo demo breve quanto affascinante
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piccole gemme sinfoniche: debutto per i Carmeria!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla