A+ A A-
 

Più che discreta la seconda prova dei canadesi Votov Più che discreta la seconda prova dei canadesi Votov Hot

Più che discreta la seconda prova dei canadesi Votov

recensioni

gruppo
titolo
I.X.X.I.
etichetta
CDN Records
Anno

PROVENIENZA: Canada 

GENERE: Death Metal 

FFO: Morbid Angel, Hate Eternal, Suffocation, Cannibal Corpse, Deicide 

LINE UP: 
Chuck Labossiere - vocals, guitars 
John Duke - bass 
Derrick Kroll - drums 

TRACKLIST: 
1. Activating the Alteration [03:11] =VIDEO= 
2. Blessphemy [03:28] 
3. Head Over Hooves [02:45] 
4. Pacify the Enslaved [03:29] =ASCOLTA= 
5. Celf [02:52] =ASCOLTA= 
6. Imprimised [04:54] 
7. Heinous Waveform [03:06] 
8. Nerve Stamp [02:40] =ASCOLTA= 
9. Regeneration [05:48] 

Running time: 32:13 

opinioni autore

 
Più che discreta la seconda prova dei canadesi Votov 2020-12-31 08:47:18 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    31 Dicembre, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uscito lo scorso Ferragosto (circa) su CDN Records, "I.X.X.I." è il secondo album dei canadesi Votov; quello della band di Winnipeg (formato da membri degli Immortal Possession) è un Death Metal che attinge fortemente dalla scuola East Coast statunitense (Tampa, NY), soprattutto, come possiamo ascoltare da subito con l'opening track "Activating the Alteration", dai Morbid Angel del medio periodo, quello di "Formulas Fatal to Flesh" e "Gateways to Annihilation", piuttosto che, ça va sans dire, 'gentaccia' del calibro di Hate Eternal, Deicide o Suffocation. Riff granitici dalle sensazioni claustrofobiche ed una sezione ritmica tellurica fanno da muraglia sonora alle spalle dell'imponente growl di Chuck Labossiere: è questo, bene o male, il leit motiv di "I.X.X.I.", seppur i nostri mostrino di tanto in tanto come siano dotati anche dal punto di vista della tecnica, con passaggi più complessi ma non di meno pesanti, come in "Celf" o "Imprismed". La poco più di mezz'ora di questa seconda opera del powertrio canadese, specie se siete fans di dette sonorità, scorrono via che è un piacere: vero, non brillerà per originalità, eppure è innegabile come il songwriting appaia alquanto ispirato e di come i Votov suonino con perizia e conoscenza del genere; "I.X.X.I." è, fondamentalmente, un disco Death Metal suonato in maniera viscerale da death metallers ed indirizzato ai death metallers più incalliti, né più e né meno. Basta anche solo questo per poter ritenere il secondo album dei Votov quanto meno un disco che possa raggiungere agevolmente una sufficienza piena. Se ci aggiungiamo poi un lotto di brano da headbanging assicurato e una produzione praticamente perfetta per il genere (buona, ma assolutamente non laccata), allora abbiamo l'intero novero. Ascolto più che consigliato ai die hard fans del Death Metal più classico.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gengis Khan, passione ed attitudine per l'heavy metal
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Aeonblack: seguaci del buon vecchio heavy metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Helstar: un doppio cd che raccoglie le più recenti uscite
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ævangelist: ma non converrebbe continuare con un nuovo nome?
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wizards of Hazards: nel segno della tradizione dark metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un buon debut album omonimo per i Malice Divine dell'ex-Astaroth Incarnate Ric Galvez
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Skyhammer ed un EP un po' troppo old-style
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Marco Garau's Magic Opera: come deve essere il power sinfonico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un breve EP di debutto che passa in sordina per i Tedio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kromheim: dalla Polonia un discreto biglietto da visita in puro viking style
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalah, un'altra prova dell'incompetenza del music business!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla