A+ A A-
 

Heavy classico per il debut album dei Command The Machyne Heavy classico per il debut album dei Command The Machyne Hot

Heavy classico per il debut album dei Command The Machyne

recensioni

titolo
"Command The Machyne"
etichetta
Pest Records
Anno

TRACKLIST:
1. Burn 'em
2. Sarah's heart
3. Emerge
4. Drenched in pain
5. Prisoners of time
6. Stones
7. Reaper
8. Kingdoms prayer
9. River of life
10. The King
11. Shadows

LINE-UP:
Florian Reimann (Vocals)
Sasch Machyne (Guitars)
Reaper Ulrich (Guitars)
Vince Icopro (Bass & Drums)

opinioni autore

 
Heavy classico per il debut album dei Command The Machyne 2021-01-02 13:28:36 Ninni Cangiano
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Ninni Cangiano    02 Gennaio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

A metà dicembre 2020 ci è arrivata una richiesta di recensione per il debut album omonimo di tali Command The Machyne, disco uscito ad inizio aprile per la rumena Pest Records. La band è composta da un musicista statunitense (il bassista/batterista Vince Icopro) e tre musicisti tedeschi, fra cui il cantante e leader Florian Reimann che ha fondato il gruppo nel 2017. Il disco, dotato di artwork abbastanza minimale (si può fare di meglio!), è composto da 11 tracce per poco più di 41 minuti di heavy metal, bello tosto ed energico, con la ruvida voce di Reimann a dare rabbia e grinta. Tutte le tracce sono abbastanza concise e mai prolisse, segno che a livello di songwriting già ci siamo; del resto si tratta per la maggior parte di musicisti di non verde età, che hanno diverse esperienze a livello underground. Le due chitarre intessono riff vicini al power metal e ci concedono anche qualche parte solista di gusto; l’americano Icopro si distingue meglio con la batteria, strumento che usa in maniera poliedrica, dando quasi sempre un ritmo frizzante ai componimenti; al contrario, con il basso si limita spesso ad un compito di raccordo in sottofondo, segno che forse servirebbe un bassista che sia maggiormente protagonista nell’economia dei vari componimenti musicali. L’ascolto è comunque sempre piacevole e non ci sono fillers o canzoni noiose o di qualità inferiore alla media (forse solo la sabbathiana “The King” non colpisce particolarmente ed appare un po’ fuori posto). Dalle informazioni in mio possesso, il debut omonimo dei Command The Machyne è stato stampato in edizione limitata di soli 300 cd, ma non ho idea se sia ancora disponibile per l’acquisto (suggerito ai fans dell’heavy più classico). Non abbiamo davanti un disco che passerà alla storia ma, come prima prova, siamo già su buoni livelli, adesso non resta che attendere un seguito, con la certezza che i Command The Machyne hanno tutte le carte in regola per realizzare altri ottimi dischi in futuro.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Walk The Walk: un debutto diretto agli amanti del melodic hard rock!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo tre decadi torna l'US metal degli Attika
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla Finlandia tra melodic hard rock ed un pizzico di metallo, benvenuti Door 964
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un buon debut album omonimo per i Malice Divine dell'ex-Astaroth Incarnate Ric Galvez
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Skyhammer ed un EP un po' troppo old-style
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Marco Garau's Magic Opera: come deve essere il power sinfonico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un breve EP di debutto che passa in sordina per i Tedio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kromheim: dalla Polonia un discreto biglietto da visita in puro viking style
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalah, un'altra prova dell'incompetenza del music business!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla