A+ A A-
 

Una bruttissima produzione è il tallone d'Achille del debutto degli Infected Humans Una bruttissima produzione è il tallone d'Achille del debutto degli Infected Humans Hot

Una bruttissima produzione è il tallone d'Achille del debutto degli Infected Humans

recensioni

titolo
Unexpected Traumatic Experiences
etichetta
Gore House Productions
Anno

PROVENIENZA: Ecuador 

GENERE: Briual Death Metal 

FFO: Disavowed, Deeds of Flesh, Inveracity, Arsebreed 

LINE UP: 
Claudio C. - guitars, vocals 
Israel - bass, vocals 
M. Togra - drums 

TRACKLIST: 
1. Intro [01:08] 
2. Killing Perservately Depressed [02:45] =ASCOLTA= 
3. Ejaculating Illumination feat. Ewan Lambert (Corpseflesh) [01:44] 
4. Bloodthirsty Sacrifice [02:36] 
5. Calcining Human Flesh feat. Sonny Trujillo (Cadaverous Infest) [03:09] =ASCOLTA= 
6. Paraphilic Infestation of Internal Torment [02:53] 
7. Interstella Torture [02:36] 
8. Altered by Substances [02:23] 
9. Genocidas del Control feat. Pipo Castellanos (Cafeterasub) [02:40] 
10. Chaotic Biological Organization [03:20] 
11. Outro [02:19] 

Running time: 27:33 

opinioni autore

 
Una bruttissima produzione è il tallone d'Achille del debutto degli Infected Humans 2021-01-16 20:25:42 Daniele Ogre
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    16 Gennaio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sono francamente mezzo deluso dopo l'ascolto - o gli ascolti, per esser precisi - di "Unexpected Traumatic Experiences", debut album dei brutal death metallers ecuadoriani Infected Humans, anche perché bene o male abituato a ricevere del buon materiale da Gore House Productions. Per intenderci: sul piano prettamente musicale, il trio sudamericano sa il fatto suo, suonando un buon Brutal Death con una discreta competenza e con un approccio più old school, votato insomma all'assalto all'arma bianca, fatto di riff granitici e blast beat praticamente incessante. Se solo si capisse qualcosa in più, però. La produzione è infatti l'anello debole del debutto targato Infected Humans. Dalla batteria troppo "secca" alla voce che in certi punti quasi scompare (ad esempio è quasi impossibile sentirla in "Ejaculating Illumination")... si ha la sensazione che semplicemente si siano sbagliati i volumi al momento di ultimare il processo di produzione. E se invece è una cosa voluta, la scelta è sinceramente incomprensibile. E a farne le spese sono pezzi che in condizioni normali sarebbero stati dei veri e propri cazzottoni in faccia come "Interstellar Torture".
La strada presa dagli Infected Humans sembra essere quella buona, ma allo stato delle cose per emergere è ancora molto lunga. un passo avanti netto lo si potrà avere se al prossimo lavoro punteranno su una produzione degna di tal nome, visto che, tanto per fare un esempio, nemmeno arrivati a metà di questo "Unexpected Traumatic Experiences" il suono del rullante comincia a diventare estremamente fastidioso da sopportare. Non una bocciatura, ma gli Infected Humans sono rimandati alla prossima.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Una buona prova per i francesi Wintereve in questo loro secondo album
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debut album per i Gravesend: Darkthrone meets Bolt Thrower
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Epica: la "Teoria del punto Omega"
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Simulacrum: forse troppa carne al fuoco
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Embrace Of Souls: un disco imperdibile per ogni appassionato del power metal!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un 'best of' in versione semi acustica per gli storici rockers tedeschi Bonfire
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un buon debut album omonimo per i Malice Divine dell'ex-Astaroth Incarnate Ric Galvez
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Skyhammer ed un EP un po' troppo old-style
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Marco Garau's Magic Opera: come deve essere il power sinfonico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un breve EP di debutto che passa in sordina per i Tedio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kromheim: dalla Polonia un discreto biglietto da visita in puro viking style
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalah, un'altra prova dell'incompetenza del music business!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla