A+ A A-
 

Una raccolta per i vent'anni degli Human Fortress Una raccolta per i vent'anni degli Human Fortress

Una raccolta per i vent'anni degli Human Fortress

recensioni

titolo
Epic Tales & Untold Stories
etichetta
Massacre Records
Anno

TRACKLIST:
CD 1
1. The Grimoire
2. Disappear In Dark Shadows
3. Vain Endeavour
4. Free
5. Fernweh
6. We Are Legion (Gus Version)
7. Cruel Fantasy
8. Pray For Salvation (Orchestral Version)
CD 2
1.Lord Of Earth And Heavens Heir (Edit Version)
2.The Dragons Lair
3.Defenders Of The Crown
4.Border Raid In Lions March
5.Gladiator Of Rome (Part 1)
6.Gladiator Of Rome (Part 2)
7.Wasted Years
8.The Chosen One
9.Dark Knight
10.Thieves Of The Night
11.Rise Or Fall
12.Thrice Blessed
13.Lucifer's Waltz
14.Surrender
15.Thunder

LINE-UP:
Gus Monsanto - Vocals
Todd Wolf - Guitars
Volker Trost - Guitars
André Hort - Bass
Dirk Liehm - Keys
Apostolos Zaios - Drums
Former Band Members
Jioti Parcharidis - Vocals
Pablo J. Tammen - Bass
Dirk Marquardt - Keys

opinioni autore

 
Una raccolta per i vent'anni degli Human Fortress 2021-01-20 10:34:49 Celestial Dream
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Celestial Dream    20 Gennaio, 2021
Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio, 2021
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Vent'anni di Human Fortress che vengono onorati con una release intitolata "Epic Tales & Untold Stories", composta da due dischi: nel primo una raccolta con materiale inedito, nel secondo un vero e proprio 'best of' con quindici brani estratti dalla discografia del gruppo.

Insomma un prodotto finalizzato solamente, ci verrebbe da dire, per i true fans della band tedesca. La curiosità ovviamente era incontrare qualche rarità del periodo migliore degli Human Fortress, quello coinciso con la pubblicazione dei primi due dischi, due enormi pezzi da novanta all'interno della scena power metal con influenze epiche ed heavy come “Lord of Earth and Heavens Heir” e “Defenders of the Crown”, quelli con l'indimenticabile Jioti Parcharidis al microfono. In realtà troviamo ben poco di tutto questo, inoltre essendo tutti brani “scartati” nelle numerose pubblicazioni passate non possiamo certo aspettarci una qualità eccelsa ed in effetti c'è ben poco da salvare nella prima parte di questa release. Forse l'unico episodio degno di nota è la lenta “Free”, la quale possiede un buon pathos e riesce a colpire con melodie intense.
All'interno del secondo disco è ovvio esaltarsi sulle note di brani come “The Dragons Lair”, “Defenders Of The Crown” e “Border Raid In Lions March” ma il consiglio per chi volesse avvicinarsi a questa band è di procurarsi gli interi primi lavori firmati Human Fortress che sono imperdibili e ricchi di gemme indimenticabili.

Non è affatto scontato valutare una release come “Epic Tales & Untold Stories”, un'uscita non troppo interessante per chi già conosce morte e miracoli degli Human Fortress e neppure troppo consigliata per chi volesse scoprire per la prima volta la band tedesca.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Arc Of Life: progressive rock intenso che nel complesso fatica ad appassionare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hard rock classico, onesto e ricco di passione nella proposta di Siggi Schwarz!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una buona prova per i francesi Wintereve in questo loro secondo album
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debut album per i Gravesend: Darkthrone meets Bolt Thrower
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Epica: la "Teoria del punto Omega"
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Simulacrum: forse troppa carne al fuoco
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un buon debut album omonimo per i Malice Divine dell'ex-Astaroth Incarnate Ric Galvez
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Skyhammer ed un EP un po' troppo old-style
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Marco Garau's Magic Opera: come deve essere il power sinfonico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un breve EP di debutto che passa in sordina per i Tedio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kromheim: dalla Polonia un discreto biglietto da visita in puro viking style
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalah, un'altra prova dell'incompetenza del music business!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla