A+ A A-
 

Un debutto che pecca in personalità per gli svedesi After Earth Un debutto che pecca in personalità per gli svedesi After Earth Hot

Un debutto che pecca in personalità per gli svedesi After Earth

recensioni

titolo
Before It Wakes
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: Svezia 

GENERE: Melodic Death Metal 

FFO: Amon Amarth, Unleashed, Dismember, Kataklysm, Hypocrisy 

LINE UP: 
Marcus Rydstedt - vocals 
Victor Lundblad - guitars 
Rob Olsson - guitars 
Oscar Lindberg - bass 
Anton Vehkaperä - drums 

TRACKLIST: 
1. Embers [01:20] 
2. Pyre [03:44] 
3. Into Demise [04:01] =ASCOLTA= 
4. The Storm [03:38] 
5. Embrace the Nothing [05:15] 

Running time: 17:58 

opinioni autore

 
Un debutto che pecca in personalità per gli svedesi After Earth 2021-02-04 18:06:27 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    04 Febbraio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uscito lo scorso settembre autoprodotto, l'EP "Before It Wakes" è il debutto assoluto degli svedesi After Earth, band formatasi nel 2017 dall'unione di Marcus Rydstedt (voce), Anton Vehkaperä (batteria) e Victor Lundblad (chitarre), cui si uniscono un anno dopo Oscar Lindberg (basso) e Rob Olsson (chitarre). Cinque brani per una ventina di minuti scarsi sono quindi il biglietto da visita del quintetto scandinavo, che si presenta al pubblico con un MeloDeath vichinghesco con chiarissimi rimandi agli Amon Amarth e agli Unleashed. Il sound insomma è permeato da melodie catchy inframezzate da passaggi più granitici, in una ricerca di soluzioni dalla facile presa: in questo gli After Earth riescono in pieno nel loro intento, con già le sole "Pyre" e "Into Demise" che hanno quel piglio duro ma a suo modo 'commerciabile' che tante fortune ha dato ai celeberrimi connazionali. Va da sé che per adesso gli After Earth pagano in personalità, visto che, seppur scorrano, i pezzi che compongono la tracklist hanno quel retrogusto di 'già sentito' che un po' ne inficia la fruibilità.
Tirando le somme, è una sufficienza risicata quella che raggiungono gli After Earth; "Before It Wakes" è un EP di cui consigliamo l'ascolto, ma con la convinzione di farlo senza tante pretese, ma giusto per cominciare a conoscere la band svedese, la quale, si spera, in futuro cercherà una strada più personale per non essere additati poi come semplici cloni degli Amon Amarth.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gengis Khan, passione ed attitudine per l'heavy metal
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Aeonblack: seguaci del buon vecchio heavy metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Helstar: un doppio cd che raccoglie le più recenti uscite
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ævangelist: ma non converrebbe continuare con un nuovo nome?
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wizards of Hazards: nel segno della tradizione dark metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un buon debut album omonimo per i Malice Divine dell'ex-Astaroth Incarnate Ric Galvez
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Skyhammer ed un EP un po' troppo old-style
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Marco Garau's Magic Opera: come deve essere il power sinfonico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un breve EP di debutto che passa in sordina per i Tedio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kromheim: dalla Polonia un discreto biglietto da visita in puro viking style
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalah, un'altra prova dell'incompetenza del music business!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla