A+ A A-
 

Thevon: power sinfonico che lascia intravedere buone potenzialità Thevon: power sinfonico che lascia intravedere buone potenzialità Hot

Thevon: power sinfonico che lascia intravedere buone potenzialità

recensioni

gruppo
titolo
"The monster's house"
etichetta
Autoproduzione
Anno

TRACKLIST:
1. Welcome to the monster’s house
2. Fight
3. Light
4. Injustice has fallen

LINE-UP:
Thomas Van Beeck – all instruments

opinioni autore

 
Thevon: power sinfonico che lascia intravedere buone potenzialità 2021-02-07 09:24:31 Ninni Cangiano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    07 Febbraio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uscito ad agosto 2020, ma arrivatoci solamente verso fine gennaio, “The monster’s house” è il debutto dello sconosciuto progetto belga denominato Thevon. Di questo progetto si sa molto poco: quasi nessuna informazione su metal-archives.com, pochissimo sui social network e poco o nulla nell’e-mail con la quale ci è stata richiesta la recensione. Poco o nulla si sa anche sul leader Thomas Van Beeck (ex-membro dei semi-sconosciuti power metallers belgi The Guardian) che, dalle poche informazioni ricevute, dovrebbe occuparsi di fare tutto in questo EP di 4 pezzi, per poco meno di 20 minuti di symphonic power interamente strumentale, con qualche sporadico e lontano richiamo ai Therion (soprattutto nelle tastiere). L’ascolto è gradevole ed i pezzi scorrono via senza problemi particolari, certo si sente la mancanza di un cantante; con questa musica, infatti, ci vedrei bene una bella voce maschile impostata e non troppo acuta, magari baritonale, ma non barocca. Buona la produzione, così come il songwriting che non è mai prolisso ma, anzi, capace di rendere avvincenti e convincenti le composizioni. Molto probabilmente un intero disco strumentale fatto a questa maniera sarebbe duro da sopportare, ma la breve durata aiuta non poco, così da rendere il tutto anche scorrevole. Per il futuro, al fine di avere una speranza di emergere dall’underground e farsi conoscere in positivo, suggerisco al buon Van Beeck di trovarsi un cantante valido e non limitarsi a comporre musica solamente strumentale, magari aiutato anche da un batterista talentuoso e fantasioso. Al momento, trattandosi (almeno credo) di un’opera prima, questo “The monster’s house” merita ampiamente una sufficienza; il progetto Thevon lascia intravedere ottime potenzialità, c’è solo da augurarsi che vangano sfruttate al meglio!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gengis Khan, passione ed attitudine per l'heavy metal
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Aeonblack: seguaci del buon vecchio heavy metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Helstar: un doppio cd che raccoglie le più recenti uscite
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ævangelist: ma non converrebbe continuare con un nuovo nome?
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Wizards of Hazards: nel segno della tradizione dark metal
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un buon debut album omonimo per i Malice Divine dell'ex-Astaroth Incarnate Ric Galvez
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Skyhammer ed un EP un po' troppo old-style
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Marco Garau's Magic Opera: come deve essere il power sinfonico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un breve EP di debutto che passa in sordina per i Tedio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kromheim: dalla Polonia un discreto biglietto da visita in puro viking style
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalah, un'altra prova dell'incompetenza del music business!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla