A+ A A-
 

Riesce ad impressionare il debut EP degli statunitensi Black Hole Deity Riesce ad impressionare il debut EP degli statunitensi Black Hole Deity Hot

Riesce ad impressionare il debut EP degli statunitensi Black Hole Deity

recensioni

titolo
Lair Of Xenolich
etichetta
Everlasting Spew Records
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Death Metal 

FFO: Hate Eternal, Morbid Angel, Azarath, Aeon 

LINE UP: 
Chris White - vocals 
Alex Cordero - guitars 
Cameron Pinkerton - guitars, bass 
Mike Heller - drums 

TRACKLIST: 
1. Razed Earth Edict [04:22] 
2. Railgun Combat [03:28] =ASCOLTA= 
3. Hypersleep Dementia [01:48] 
4. Multiverse Incantation [04:09] 
5. Lair of Xenolich [03:02] =ASCOLTA= 

Running time: 16:49 

opinioni autore

 
Riesce ad impressionare il debut EP degli statunitensi Black Hole Deity 2021-02-08 18:54:22 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    08 Febbraio, 2021
Ultimo aggiornamento: 08 Febbraio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dopo un paio di singoli giungono alla pubblicazione del debut EP - tramite Everlasting Spew Records - gli statunitensi Black Hole Deity, Death Metal band con base in Alabama formata da quattro musicisti esperti come Chris White (Blood Stained Dusk), Alec Cordero (Calcemia, Cruelty Exalted), Cameron Pinkerton (ex-Zealotry) e dietro le pelli niente meno che Mike Heller (Fear Factory, Raven, Excommunicated, Malignancy, ecc. ecc.). Sappiamo bene ormai come la label lombarda sia sempre particolarmente attente riguardo le proprie uscite e come il livello qualitativo, in ambito Death, sia sempre decisamente elevato; non deve stupire insomma se "Lair of Xenolich" pur nella sua breve durata - poco più d'un quarto d'ora - è un gran bel lavoro che svela una band già alle prese con un songwriting maturo ed un sound bel delineato. Pur richiamando soprattutto il Death Metal della vecchia scuola statunitense (Hate Eternal, Morbid Angel), con 'puntate' nelle feroci sonorità Black/Death degli Azarath, si ha subito la sensazione di come i BHD siano con la mente ben piantati nel 2021: tra la produzione e delle intelligentissime melodie, il quartetto americano ha dalla sua una visione moderna delle sonorità old school, cosa che rende decisamente interessante questa breve cavalcata; duro come granito, "Lair of Xenolich" è un EP costruito per non lasciar respiro all'ascoltatore, se non nell'ottimo intermezzo strumentale "Hypersleep Dementia": i restanti quattro brani sono delle vere e proprie bordate, con un Mike Heller assolutamente sugli scudi: non me ne vogliano gli altri, ma basta la sola "Railgun Combat" per restare impressionati dal lavoro dell'esperto drummer.
Un biglietto da visita non da poco questo debut EP dei Black Hole Deity: "Lair of Xenolich" è un disco sì breve, ma che mostra più e più spunti d'interesse. Non sorprenderebbe per nulla se, in futuro, con un full length i Nostri riuscissero a tirare fuori un lavoro magistrale: attendiamo e lo scopriremo.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

DIO: Ronnie James never die!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo 22 anni, il debut album dei Crystal Winds
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In viaggio verso l'abisso coi Saille
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Lion's Daughter si lanciano definitivamente in sperimentazioni stilistiche
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Superano la prova del primo full-length gli irlandesi Soothsayer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano con un nuovo album dopo 15 anni i Dictatoreyes
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Katana Cartel: l'importanza di uno splendido artwork
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Daniele Liverani: scorribande di chitarra, e musica classica.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sirius Curse, un EP niente male per debuttare all'interno della scena classica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ritorno degli Unflesh con un disco seriamente interessante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Demo "fresca" per i giovani Tezura
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla