A+ A A-
 

Il debut album dei Buried è una sorta di "Death Metal Compendium" Il debut album dei Buried è una sorta di "Death Metal Compendium" Hot

Il debut album dei Buried è una sorta di "Death Metal Compendium"

recensioni

gruppo
titolo
Oculus Rot
etichetta
Brutal Mind
Anno

PROVENIENZA: Olanda 

GENERE: Technical Death Metal 

FFO: Suffocation, Revocation, early Decapitated, Psycroptic, Necrophagist 

LINE UP: 
Joel Sta - vocals 
Stefan de Graaf - guitars 
Mark Wormmeester - bass 
Robbert Vrijenhoek - drums 

TRACKLIST: 
1. Retribution [03:20] =ASCOLTA= 
2. Anti Body [03:05] 
3. Tornado of Blood [03:06] 
4. Buried [04:24] 
5. Oculus Rot [03:19] 
6. Leech [04:06] 
7. Splintered [03:12] 
8. Paradise [04:35] 
9. Tenebrous Worm [04:15] 

Running time: 33:22 

opinioni autore

 
Il debut album dei Buried è una sorta di "Death Metal Compendium" 2021-02-15 17:31:30 Daniele Ogre
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    15 Febbraio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Nati sostanzialmente dalle ceneri dei brutal death metallers Pyaemia, i Buried arrivano grazie a Brutal Mind alla pubblicazione del proprio debut album, dopo un EP rilasciato ormai sette anni or sono. "Oculus Rot" è in sostanza un compendio del Death Metal, in cui troviamo - in una strana armonia, dobbiamo dire - elementi provenienti dalle più diverse scuole di pensiero del genere: è rimasta di fondo una componente brutale che può ricordare i Pyaemia stessi e a questo si aggiungono la tecnica violenta di gente come Suffocation ed i primissimi Decapitated, passaggi repentini da un sound old school (i già citati Suffocation, ma anche il prog Death "degli albori" dei Necrophagist) ad un altro palesemente più moderno, cosa quest'ultima che troviamo in passaggi vicini al Thrash/Death dei Revocation e, soprattutto, nei momenti più groovy che rimandano ai Decapitated attuali. Il risultato è un disco che fa dell'eterogeneità il proprio punto di forza, risultando come prima cosa affatto dispersivo: nonostante il continuo susseguirsi di stili tra loro differenti, i Buried riescono a muoversi in questo labirinto di sonorità con attenta maestria, offrendoci nove brani al contempo brutali, tecnicamente ineccepibili e ricchi di groove. Il singolo "Retribution" è un buon biglietto da visita per il combo proveniente da Rotterdam, ma è con la tripletta "Tornado of Blood" + "Buried" + "Oculus Rot" che troviamo i Buried nel pieno della loro forma e della maturità del songwriting.
I quattro musicisti olandesi c'hanno messo un po' per pubblicare il primo lavoro su lunga distanza, ma sembra proprio ne sia valsa la pena; "Oculus Rot" è un disco completo, che magari abbisogna di più di un ascolto per far breccia nell'ascoltatore più oltranzista, ma che saprà infine conquistare grazie alla propria varietà.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

DIO: Ronnie James never die!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo 22 anni, il debut album dei Crystal Winds
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In viaggio verso l'abisso coi Saille
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Lion's Daughter si lanciano definitivamente in sperimentazioni stilistiche
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Superano la prova del primo full-length gli irlandesi Soothsayer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano con un nuovo album dopo 15 anni i Dictatoreyes
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Katana Cartel: l'importanza di uno splendido artwork
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Daniele Liverani: scorribande di chitarra, e musica classica.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sirius Curse, un EP niente male per debuttare all'interno della scena classica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ritorno degli Unflesh con un disco seriamente interessante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Demo "fresca" per i giovani Tezura
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla