A+ A A-
 

Dai russi Pyre un album per gli amanti del Death Metal old school a 360° Dai russi Pyre un album per gli amanti del Death Metal old school a 360° Hot

Dai russi Pyre un album per gli amanti del Death Metal old school a 360°

recensioni

gruppo
titolo
Chained to Ossuaries
etichetta
Memento Mori / Dawnbreed Records / Caligari Records
Anno

PROVENIENZA: Russia 

GENERE: Death Metal 

FFO: Dismember, Asphyx, Entombed, Obituary, Possessed 

LINE UP: 
Dym Nox - vocals, bass, drums
Fred Obsinner - guitars, vocals
Roman Rotten - guitars, bass, vocals 

TRACKLIST: 
1. Exordium [00:55] 
2. Impaler the Redeemer [04:11] 
3. Wreath of Crucifix [04:56] =ASCOLTA= 
4. Across the Shores of Emerald Fractals [04:34] 
5. Ornaments of Bones [04:54] =ASCOLTA= 
6. Chained to Ossuaries [05:20] =VIDEO= 
7. Crown of Death [04:14] 
8. Disgraced and Dethroned [03:23] 
9. Antae to the Nothingness [03:57] 
10. Death's Dawn Call [04:39] 

Running time: 41:03 

opinioni autore

 
Dai russi Pyre un album per gli amanti del Death Metal old school a 360° 2021-02-15 18:08:12 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    15 Febbraio, 2021
Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La Russia è per la maggiore terra tradizionalmente di Funeral Doom - Death/Doom e Black Metal; ma nel sottosuolo c'è anche un movimento Death Metal di cui tenere sicuramente conto: gruppi come i Chamber of Torture (ex band del chitarrista della band qui in esame) o i brutali e tecnici Back Door to Asylum, piuttosto che i più famosi Abominable Putridity e Katalepsy. E poi ci sono i Pyre, trio di San Pietroburgo dedito ad un old school Death Metal feroce e granitico che ha pubblicato tramite Memento Mori (su CD nella primavera 2020), Dawnbreed Records e Caligari Records (rispettivamente LP e Tape realizzati lo scorso venerdì) il secondo album "Chained to Ossuaries". Il terzetto russo sembra essere legato a doppio filo alle sonorità di fine anni '80- prima metà dei '90, sia della scuola europea (scandinava e centro-europea) che di quella statunitense. Non è dunque strano che in "Chained to Ossuaries" si passi dalle fucilate 'svedesi' à la Entombed e Dismember ("Impaler the Redeemer" ad esempio) ad altri più cadenzati e a loro modo crudi come "Across the Shores of Emerald Fractals" e l'incipit di "Ornaments of Bones", in cui troviamo lo spirito di Obituary ed Asphyx, passando per una "Wreath of Crucifix" o una già citata "Ornaments of Bones" - probabilmente l'highlight del disco - che pagano il proprio tributo all'ossessivo Death/Thrash dei Possessed. Per 40 e passa minuti i Pyre si tengono lontani da qualsivoglia modernismo ed a qualsiasi trend del momento: il loro sound è una dichiarazione di vero e proprio amore per le vecchie sonorità. "Chained to Ossuaries" è insomma uno di quegli album che saprà facilmente trovare i favori dei tantissimi fans dei veterani della scena Death mondiale, in una miscela di sound europeo ed americano capace di non scontentare nessuno. Un ascolto dunque più che consigliato.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

DIO: Ronnie James never die!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo 22 anni, il debut album dei Crystal Winds
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In viaggio verso l'abisso coi Saille
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Lion's Daughter si lanciano definitivamente in sperimentazioni stilistiche
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Superano la prova del primo full-length gli irlandesi Soothsayer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano con un nuovo album dopo 15 anni i Dictatoreyes
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Katana Cartel: l'importanza di uno splendido artwork
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Daniele Liverani: scorribande di chitarra, e musica classica.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sirius Curse, un EP niente male per debuttare all'interno della scena classica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ritorno degli Unflesh con un disco seriamente interessante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Demo "fresca" per i giovani Tezura
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla