A+ A A-
 

Un debut album pienamente soddisfacente per i francesi The Scalar Process Un debut album pienamente soddisfacente per i francesi The Scalar Process Hot

Un debut album pienamente soddisfacente per i francesi The Scalar Process

recensioni

titolo
Coagulative Matter
etichetta
Transcending Obscurity Records
Anno

PROVENIENZA: Francia 

GENERE: Progressive/Technical Death Metal 

FFO: The Zenith Passage, Inferi, The Faceless, Beyond Creation, Necrophagist 

LINE UP: 
Mathieu Lefevre - vocals 
Eloi Nicod - guitars 
Clement Denys - dums (session) 

GUESTS: 
Scott Carstairs (Fallujah) - guitar solo on track 3 
Mark Garrett (Kardashev, Viraemia) - vocals on track 5 
Enlia - choirs on track 7 
Tommy Bonnevialle (Virulent Depravity, DeathAwaits) - piano solo on track 10 

TRACKLSIT: 
1. Elevation [02:03] 
2. Cosmic Flow [04:21] =ASCOLTA= 
3. Ink Shadow [04:28] =ASCOLTA= 
4. Celestial Existence [05:37] =ASCOLTA= 
5. Mirror Cognition [03:43] 
6. Poisoned Fruit [05:11] =ASCOLTA= 
7. Azimuth [04:15] 
8. Beyond the Veil of Consciousness [05:09] 
9. Ouroboros [01:36] 
10. Coagulative Matter [11:05] 
11. Somnambulation [02:24] 

Running time: 49:52 

opinioni autore

 
Un debut album pienamente soddisfacente per i francesi The Scalar Process 2021-02-20 19:30:44 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    20 Febbraio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Transcending Obscurity Records si è presa una bella responsabilità questa volta, andando a produrre il primo full length dei francesi The Scalar Process, "Coagulative Matter", che è anche il debutto assoluto per l'act transalpino formatosi nel 2016 per volere del chitarrista e principale songwriter Eloi Nicod, a cui solo nel 2018 si è unito il cantante Mathieu Lefevre. Solo lo scorso anno la line up si è completata con l'ingresso dell'altro chitarrista Alix Guéneau e del batterista Cédric Mells, arrivati però dopo le registrazioni di questo debut album, tanto che qui troviamo alla batteria, in qualità di session, Clement Denys dei Fractal Universe.
Tecnicamente ben preparati, The Scalar Process sembrano essere ancora un qualcosa in divenire: ascoltando Coagulative Matters" si ha come la sensazione che la band francese stia cominciando a tirare definitivamente le fila riguardo le proprie sonorità. Quello che abbiamo qui è un mix tra Progressive/Technical Death moderno - con chiari rimandi a gente come The Zenith Passage, The Faceless e Fallujah -, ProgDeath 'classico' (Beyond Creation, Gorod, Necrophagist) e, nei passaggi più tirati, Technical/Melodic Death di matrice statunitense (Inferi, Arsis, Allegaeon): tecnicamente ineccepibile, come dicevamo, ma spesso un po' dispersivo; cosa questa che rende un po' meno digeribile la proposta della band francese, cui non mancano però di sicuro i mezzi per sfornare pezzi che, presi uno ad uno, hanno decisamente qualcosa da dire, come ad esempio l'ottima "Mirror Cognition", song formata da una prima parte di purissimo Progressive Death che esplode poi in una ferocissima parte finale; o come "Poisoned Fruit", in cui troviamo tutti gli elementi che compongono il sound dei Nostri.
"Coagulative Matter" è per The Scalar Process un buon punto di partenza, una sorta di rampa di lancio da cui la band francese potrà - necessariamente - trovare la propria direzione. Una sufficienza piena di fiducia: siamo sicuri che, aiutati anche da una formazione ora praticamente completa, l'act transalpino saprà crescere ed evolversi.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Classic is good con il rock'n'roll dei SickWalt!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Energia allo stato puro dalla Finalndia con i rockers Temple Balls
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppe influenze varie rendono un po' dispersivo questo secondo album degli Iron Flesh
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppo elevata la durata complessiva del comunque buono primo album dei Malformity
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per la Death Metal band danese Shadowspawn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nuovo EP per gli Achelous che anticipa l'uscita del prossimo full-length
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dama, un progetto interessante per chi si nutre di hard rock e metal a 360 gradi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Da Torino, un hard rock classico e davvero ben fatto grazie ai Red Giant
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il relax della deprivazione sensoriale offerta dagli Aphonic Threnody
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'altra band nata dall'annata pandemica: debut EP per i Sumen
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Katana Cartel: l'importanza di uno splendido artwork
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla