A+ A A-
 

Un buon debutto, tutto sommato, per i russi Edoma Un buon debutto, tutto sommato, per i russi Edoma Nuovo

Un buon debutto, tutto sommato, per i russi Edoma

recensioni

gruppo
titolo
Immemorial Existence
etichetta
Petrichor
Anno

PROVENIENZA: Russia 

GENERE: Black/Death Metal 

FFO: Necrophobic, Watain, Dissection, Ondskapt, Mgła 

LINE UP: 
Pavel Kurakin - vocals, bass 
Dmitrii Bondar - guitars, vocals 
Nil Gurbanov - guitars 
Pavel Mosin - drums (session) 

TRACKLIST: 
1. Gates [01:40] 
2. Herald of Death [04:24] 
3. Edoma [05:23] 
4. Northern Heart [05:14] =ASCOLTA= 
5. Depletion of Faith [04:51] =VIDEO= 
6. Labyrinth of Torment [06:57] 
7. Last Hours [05:01] 
8. Demons of Eternal Twilight [04:26] 
9. Permafrost [06:10] =ASCOLTA= 

Running time: 44:06 

opinioni autore

 
Un buon debutto, tutto sommato, per i russi Edoma 2021-02-21 22:10:27 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    21 Febbraio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Debut album (e debutto assoluto) per i russi Edoma, che con "Immemorial Existence", edito da Petrichor (sub-label di Hammerheart Records), si presentano al grande pubblico. Per 3/4 d'ora la band di San Pietroburgo martella incessantemente con un Black/Death che molto ha della scuola estrema svedese: dall'intrinseca violenza di Watain ed Ondskapt alle sinistre melodie dei Dissection, passando per le bordate Black/Death dei Necrophobic; ma come possiamo sentire ad esempio in "Edoma", specie nella parte conclusiva del pezzo, anche le sonorità polacche (la compattezza dei Behemoth e le atmosfere dei Mgła) hanno avuto un ruolo fondamentale nella crescita musicale del giovane quartetto russo. Il risultato è un disco che tra chitarre taglienti, sinistre melodie ed un drumming forsennate - il tutto a fare da muraglia sonora attorno alle feroci screamin' vocals di Pavel Kurakin - può facilmente trovare buoni riscontri tra i fans del Black - Black/Death scandinavo; pur mancando di vera e propria originalità, gli Edoma mettono su un disco che funziona, con brani dall'aura algida: i pezzi, grazie ad una produzione particolarmente azzeccata, risultano essere glaciali, ma non di meno rabbiosi e maligni. Tutto va esattamente al proprio posto e pezzi come "Northern Heart" e "Depletion of Faith" riescono a colpire.
va da sé, si ha un po' la sensazione di "già sentito" durante l'ascolto di "Immemorial Existence", ma nonostante questo è indubbio che la tracklist del debut album degli Edoma non ha pressoché punti deboli; l'ascolto scorre agevolmente e la durata totale dell'album è giusta per non cadere in una facile monotonia se più lunga o nel troppo affrettato se più corto. Insomma, non farà gridare al miracolo, ma il debutto degli Edoma merita attenzione.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

I tedeschi Saprobiontic ed un lavoro devoto al classico US Death Metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Arc Of Life: progressive rock intenso che nel complesso fatica ad appassionare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hard rock classico, onesto e ricco di passione nella proposta di Siggi Schwarz!
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una buona prova per i francesi Wintereve in questo loro secondo album
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debut album per i Gravesend: Darkthrone meets Bolt Thrower
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Epica: la "Teoria del punto Omega"
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un buon debut album omonimo per i Malice Divine dell'ex-Astaroth Incarnate Ric Galvez
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Skyhammer ed un EP un po' troppo old-style
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Marco Garau's Magic Opera: come deve essere il power sinfonico
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un breve EP di debutto che passa in sordina per i Tedio
Valutazione Autore
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kromheim: dalla Polonia un discreto biglietto da visita in puro viking style
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Kalah, un'altra prova dell'incompetenza del music business!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla