A+ A A-
 

Gengis Khan, passione ed attitudine per l'heavy metal Gengis Khan, passione ed attitudine per l'heavy metal

Gengis Khan, passione ed attitudine per l'heavy metal

recensioni

titolo
"Colder than heaven"
etichetta
Steel Shark Records
Anno

TRACKLIST:
1.No surrender
2.Colder than heaven
3.He's the King
4.Reinventing the fire
5.Time to kill
6.Taken by force
7.War in the fields

LINE-UP:
Frank Leone - Vocals/Bass
Mike Petrone - Lead Guitar
Neil Grotti - Guitar
Giannantonio Lassi - Drums

opinioni autore

 
Gengis Khan, passione ed attitudine per l'heavy metal 2021-02-28 09:11:36 Ninni Cangiano
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    28 Febbraio, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I Gengis Khan nascono nel 2011 per iniziativa del bassista e singer Frank Leone; devo ammettere che prima di questo loro secondo album, intitolato “Colder than heaven”, non avevo mai sentito parlare di questo gruppo bolognese, di conseguenza non conosco la precedente produzione (un full-lenght ed un EP). Ma torniamo al nuovo album, uscito a gennaio di quest’anno per Steel Shark Records, composto da 7 pezzi (finalmente un disco non infinito!) per poco più di mezz’ora di heavy metal grezzo ed arrabbiato, registrato sapientemente nei ben noti Domination Studio di San Marino (ormai una garanzia assoluta!). Qui non c’è spazio per innovazione o originalità e dubito fortemente che i Gengis Khan siano mai stati alla ricerca di queste cose, perché loro suonano solo e soltanto la musica che amano: quel buon vecchio heavy metal che, dagli anni ’80 a questa parte, è sempre inossidabile e ci fa sbattere sempre su e giù il nostro capoccione martoriando le nostre povere vertebre cervicali. Il sound dei bolognesi è influenzato dalla NWOBHM e dai grandi nomi del passato, in particolare dai Motorhead, visto anche lo stile del vocalist che tende a ripercorrere quanto fatto in passato dal compianto Lemmy. Il cantante proprio per questo motivo può essere la classica arma a doppio taglio: personalmente non ho apprezzato la sua prestazione canora, proprio perché mi è sembrata una copia sbiadita di Kilmister ma, ne sono certo, ci sarà sicuramente chi invece proprio per questo motivo lo adorerà. Probabilmente con un approccio canoro diverso, magari più pulito e meno aggressivo, il risultato sarebbe stato migliore, dato che musicalmente il gruppo ci sa fare eccome e le varie tracce sprigionano potenza ed energia in quantità; di fatto, però, il trademark dei Gengis Khan, che piaccia o no, è questo e quindi va accettato nella sua interezza. C’è di meglio in giro? Sicuramente si, ma è altrettanto certo che c’è anche molto di peggio, quindi la passione e l’attitudine di questa band meritano rispetto e vanno apprezzate. “Colder than heaven” dei Gengis Khan non passerà mai alla storia della musica metal, ma un voto positivo lo merita eccome.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Poco sotto la sufficienza il primo full-length degli Exterminated
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una sufficienza piena per il debut album dei Throne
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lontani da qualsiasi catalogazione: nuovo EP per i Phlebotomized
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Infinite & Divine: melodic metal di stampo moderno per un debutto niente male
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Treatment: energia e vigore non mancano nel quinto disco della band inglese.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Katana Cartel: l'importanza di uno splendido artwork
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Daniele Liverani: scorribande di chitarra, e musica classica.
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sirius Curse, un EP niente male per debuttare all'interno della scena classica
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ritorno degli Unflesh con un disco seriamente interessante
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Demo "fresca" per i giovani Tezura
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla