A+ A A-
 

Con gli Shrapnel ce n'è per tutti, se siete amanti del thrash metal old school, "Palace for the Insane" è un album che vi renderà sicuramente felici Con gli Shrapnel ce n'è per tutti, se siete amanti del thrash metal old school, "Palace for the Insane" è un album che vi renderà sicuramente felici Hot

Con gli Shrapnel ce n'è per tutti, se siete amanti del thrash metal old school, "Palace for the Insane" è un album che vi renderà sicuramente felici

recensioni

gruppo
titolo
Palace for the Insane
etichetta
Candlelight Records
Anno

Tracklist::
1. Myth Of Cygnus
2. Salt The Earth
3. Vultures Circle
4. Cannibal
5. Begin Again
6. Bury Me Alive
7. Turn Off The Lights
8. Infernal Choir
9. The Mace
10. Violent Now, Forever
11. Future Sight
12. Palace For The Insane

Line-Up:
Aarran Jacky Tucker – voce, basso
Nathan Sadd – chitarra
Chris Martin – chitarra
Chris Williams – batteria

opinioni autore

 
Con gli Shrapnel ce n'è per tutti, se siete amanti del thrash metal old school, "Palace for the Insane" è un album che vi renderà sicuramente felici 2021-03-03 15:10:28 Gianlu "RocketTobi"
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Gianlu "RocketTobi"    03 Marzo, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

È un ritorno, quello dei thrashers Shrapnel, veramente gradito. Di tempo ne è passato da quel 2017 che ci aveva fatto gustare per bene "Raised on Decay", un album serio dalle giuste prospettive, previsioni che il nuovo "Palace for the Insane" non solo ha rimarcato, ma ne ha anche ampiamente allargato il raggio di valutazione, e rappresenta per questa promettente band la maturità che ci aspettavamo.
Risalta all'istante l'entrata di Aarran Jacky Tucker che, dopo aver preso le redini di basso e voce, innesta all'interno del sound anche il suo style puramente devoto agli Slayer; si modifica non solo l'aspetto del songwriting, ma anche quello più personale e diretto a livello di idee.

La tripletta iniziale "Might of Cygnus", "Salt the Earth" e "Vultures Circle" non potrà che rendere felici i puristi del genere: dirette, potenti, ricche anche di aspetti più classici e di contaminazioni melodic death, con un grande lavoro ritmico in primo piano. Non mancano anche bei riferimenti all'era migliore dei Metallica in "Begin Again", veramente piacevole nella sua completezza, un buon connubio tra melodia e potenza che trascina e si fa notevolmente apprezzare, mentre poi il tiro di "Bury Me Alive" ci fa fare headbanging in puro stile Overkill.

Insomma, avrete capito che con gli Shrapnel ce n'è per tutti, e state tranquilli, se siete amanti del thrash metal old school, be', "Palace for the Insane" è un album che vi renderà sicuramente felici. Quasi un'ora di musica suddivisa in dodici canzoni che non lasciano scampo. Veramente un ottimo ritorno.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Con soli due brani, gli irlandesi Coscradh vi prendono a scudisciate in faccia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli australiani Hecatomb un demo dalla produzione ormai anacronistica
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano gli scozzesi Lunar Mantra con il loro Black Metal melodico ed evocativo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Terzo studio album per i russo-nipponici Traumatomy
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un lavoro solista solido e convincente per lo storico singer Robin McAuley
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Segnatevi il nome dei Nightshadow!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Assolutamente promosso il debut album omonimo degli inglesi Cult Burial
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla