A+ A A-
 

Gli Evulse dimostrano di essere pronti per un futuro primo full length Gli Evulse dimostrano di essere pronti per un futuro primo full length Hot

Gli Evulse dimostrano di essere pronti per un futuro primo full length

recensioni

gruppo
titolo
Pustulant Spawn
etichetta
Godz ov War Productions
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Death Metal 

FFO: Mortuous, Autopsy, Cryptic Brood, Mortiferum, Rottrevore 

LINE UP: 
Jimmy - vocals 
Colin Tarvin - guitars 
Michael Treloar - guitars 
Clint Roach - bass 
Johnny Valles - drums 

TRACKLIST: 
1. Repulsive Infestation [04:22] 
2. Pustulant Spawn [03:14] 
3. Depraved Sanctity [02:49] 
4. Worms Made Flesh [02:46] 

Running time: 13:11 

opinioni autore

 
Gli Evulse dimostrano di essere pronti per un futuro primo full length 2021-03-06 16:53:21 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    06 Marzo, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Uscito originariamente come Demotape a settembre 2020 su Transylvanian Tapes, esce ristampato in CD - come il precedente demo "Call of the Void" - su Godz ov War Productions "Pustulant Spawn", secondo brevissimo lavoro in studio dei death metallers californiani Evulse. Il quintetto di Oakland dimostra nuovamente, ancora una volta in pochissimi minuti, di essere una delle bands più barbariche del sottobosco estremo statunitense. A differenza delle bordate ai limiti del Grindcore dell'esordio - per quanto se ne presentino velleità anche nel dischetto qui in esame -, in "Pustulant Spawn" gli Evulse sembrano trarre ispirazioni dalle malsane sonorità dei primissimi Autopsy e dei loro correnti "figliocci" (Mortiferum, Cryptic Brood, Obliteration, ecc. ecc.); il merito maggiore degli Evulse è però quello di non lanciarsi in un melmoso e violento tout court Death Metal di stampo autopsyano, ma anzi i Nostri dimostrano di possedere un livello di songwriting probabilmente già più elevato rispetto a colleghi con più esperienza (almeno tutti assieme, dato che Colin Tarvin e Clint Roach suonano assieme nei Mortuous da otto anni, n.d.r.); risultato finale è un piccolo gioiellino di demo formato da quattro brani che mantengono altissima l'attenzione del malcapitato ascoltatore. Per gli amanti della vecchia scuola statunitense dedita al marciume sonoro, insomma, un lavoro da avere ed ascoltare a ripetizione, da parte di una band che crediamo ormai pronta al grande salto: il primo full length.

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Troppe influenze varie rendono un po' dispersivo questo secondo album degli Iron Flesh
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppo elevata la durata complessiva del comunque buono primo album dei Malformity
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per la Death Metal band danese Shadowspawn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nuovo EP per gli Achelous che anticipa l'uscita del prossimo full-length
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
U.D.O.: un live monolitico!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Guidati dagli Svartghast verso l'eterna perdizione
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dama, un progetto interessante per chi si nutre di hard rock e metal a 360 gradi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Da Torino, un hard rock classico e davvero ben fatto grazie ai Red Giant
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il relax della deprivazione sensoriale offerta dagli Aphonic Threnody
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'altra band nata dall'annata pandemica: debut EP per i Sumen
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Katana Cartel: l'importanza di uno splendido artwork
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla