A+ A A-
 

Crystal Viper, inno alla coerenza Crystal Viper, inno alla coerenza

Crystal Viper, inno alla coerenza

recensioni

titolo
"The cult"
etichetta
Listenable Records
Anno

TRACKLIST:
1. Providence
2. The cult
3. Whispers from beyond
4. Down in the crypt
5. Sleeping giants
6. Forgotten land
7. Asenath Waite
8. The calling
9. Flaring madness
10. Lost in the dark
11. Welcome home (King Diamond cover)

LINE-UP:
Marta Gabriel - Vocals, Guitars
Andy Wave Guitars
Błażej Grygiel Bass
Eric Juris Guitars
Ced - Drums

opinioni autore

 
Crystal Viper, inno alla coerenza 2021-03-07 10:13:00 Ninni Cangiano
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Ninni Cangiano    07 Marzo, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ci sono bands i cui dischi si possono acquistare a scatola chiusa, tanto già si sa come quel disco suonerà; fra questi gruppi, sicuramente possiamo annoverare i polacchi Crystal Viper ed il loro nuovo album “The cult”, primo lavoro per l’etichetta francese Listenable Records. Che il sapere già a cosa si va incontro sia un pregio o un difetto, a voi l’ardua sentenza; personalmente, avendo da sempre apprezzato il power metal ricco di energia del gruppo della sempre affascinante Marta Gabriel, non posso che essere contento di avere davanti il “solito” disco dei Crystal Viper! Si tratta anche del primo full-lenght con alla batteria il mitico Cederick “Ced” Forsberg, leader dei grandissimi Blazon Stone e valido polistrumentista; il suo apporto si sente eccome, dato che con la batteria Ced ci sa fare e lo dimostra con un drumming sempre fantasioso e frizzante, anche quando qualche volta i ritmi calano. Ecco, a tal proposito, ancora una volta i Crystal Viper dimostrano di avere un songwriting migliore quando i pezzi sono più veloci, mentre canzoni più lente e cadenzate (come “Whispers from beyond”, ad esempio) non sono allo stesso livello qualitativo delle altre, risultando un po’ ripetitive e rischiando così di annoiare dopo qualche ascolto (la sola “Sleeping giants”, fra queste, si segnala in positivo, ricordando vagamente il pirate metal). Fortunatamente si tratta di sparuti episodi all’interno di una tracklist altrimenti più che valida e coinvolgente. Pezzi come la title-track “The cult”, oppure le velocissime “Down in the crypt” e “Flaring madness” (la migliore in assoluto!), come anche “Lost in the dark” ed “Asenath Waite” convincono decisamente e valgono sicuramente l’acquisto del cd. Da evidenziare che in esclusiva sul cd è presente in chiusura la cover di “Welcome home” pezzo di King Diamond, mentre sulla versione in vinile c’è in esclusiva la cover di “Trial by fire” dei Satan. Tirando le somme, i Crystal Viper con questo “The cult” sfornano un disco estremamente coerente con il loro trademark, non sperimentano assolutamente nulla di nuovo, ma continuano imperterriti sulla strada tracciata con i precedenti full-lenghts e lo fanno sicuramente in maniera più che valida.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Troppe influenze varie rendono un po' dispersivo questo secondo album degli Iron Flesh
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Troppo elevata la durata complessiva del comunque buono primo album dei Malformity
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Secondo album per la Death Metal band danese Shadowspawn
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nuovo EP per gli Achelous che anticipa l'uscita del prossimo full-length
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
U.D.O.: un live monolitico!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Guidati dagli Svartghast verso l'eterna perdizione
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Dama, un progetto interessante per chi si nutre di hard rock e metal a 360 gradi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Da Torino, un hard rock classico e davvero ben fatto grazie ai Red Giant
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il relax della deprivazione sensoriale offerta dagli Aphonic Threnody
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un'altra band nata dall'annata pandemica: debut EP per i Sumen
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Katana Cartel: l'importanza di uno splendido artwork
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla