A+ A A-
 

Black Sun Brotherhood: black, death e satanismo letterario Black Sun Brotherhood: black, death e satanismo letterario Hot

Black Sun Brotherhood: black, death e satanismo letterario

recensioni

titolo
God & Beast
etichetta
Metal Blast Records
Anno

PROVENIENZA: Norvegia

GENERE: Black/Death  Metal

LINE UP:
Kristian Kjelsberg - vocals, bass
Vegard "Knegg" Michalsen - guitars
Kim Alexander Lieberknecht - drums

TRACKLIST:
1. Might Is Right [03:38]
2. Witches' Sabbath [04:15]
3. Vengeance Is Mine [03:42]
4. Black Sun Rising [04:16]
5. Leviathan [04:56]
6. Driven By Demons [03:27]
7. Love Is A Demon [02:57]
8. Sol Invictus [02:54]
9. Hymn To Satan [04:20]
10. Great Whore Of Babylon [03:32]
11. Litanies to Satan [05:14]
Running Time: 42:12

opinioni autore

 
Black Sun Brotherhood: black, death e satanismo letterario 2021-03-07 18:07:39 Vera
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Vera    07 Marzo, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Cercando informazioni sui Black Sun Brotherhood, si scopre che questo trio proviene da Sarpsborg, in Norvegia, e sul finire del 2020 ha pubblicato sotto la Metal Blast Records il primo full length, dal titolo “God & Beast”.

Due sono gli elementi fondamentali che mi hanno fatto apprezzare questa release: da un lato il sound corposo e aggressivo, dall’altro la scelta di impiegare testi tratti da una vasta gamma di fonti letterarie, che vanno dal Deuteronomio biblico a Carducci, passando per Arthur Desmond, Baudelaire e così via.

Parlando del primo aspetto, i Black Sun Brotherhood sembrano riprendere in più punti i connazionali Darkthrone nella loro accezione black/punk, soprattutto in alcuni riff, ma la similitudine più ricorrente è quella con i Celtic Frost (mi riferisco soprattutto all’introduttiva “Might Is Right”, ma anche a “Black Sun Rising”). “Leviathan”, invece, mi ha suggerito un parallelismo con l’altra creatura di Tom G. Warrior, i Triptykon, dal momento che ci presenta una prima parte più lenta e solenne, tornando a guadagnare velocità man mano che il brano prosegue.

Altri momenti interessanti ci aspettano quando i Black Sun Brotherhood puntano su ritmi più incalzanti e vicini al thrash, come avviene all’interno di “Vengeance Is Mine” e “Driven By Demons”. Molto riuscita anche la strumentale “Sol Invictus”, che presenta un’apertura piuttosto complessa, quasi post-metal, salvo poi prendere una direzione molto più oscura e tendente al death.

Riuscire a trasformare il “già sentito” e il “già trattato” in qualcosa di personale è un’impresa con cui molti gruppi devono fare i conti. I Black Sun Brotherhood, però, ce l’hanno fatta, consegnandoci un full length di debutto ben fatto e ragionato, di quelli che si ascoltano volentieri anche più di una volta, a ripetizione. Consigliato.

Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Discreto il debut album dei texani Kryptik Mutation
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Soddisfacente la prova dei Nordjevel in questo loro nuovo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo ben dodici anni i death/thrashers floridiani Solstice
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Grimgotts: i 3 EP in un unico album con aggiunta di inediti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla (probabile) tomba degli Oath Div. 666 risorgono i Disembodiment
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In attesa del nuovo full-length, gli Ereb Altor rilasciano un buonissimo nuovo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Assolutamente promosso il debut album omonimo degli inglesi Cult Burial
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dama, un progetto interessante per chi si nutre di hard rock e metal a 360 gradi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla