A+ A A-
 

Insufficiente il breve EP della one man band Estuarine Insufficiente il breve EP della one man band Estuarine Hot

Insufficiente il breve EP della one man band Estuarine

recensioni

gruppo
titolo
Nyarlathotep
etichetta
Autoproduzione
Anno

PROVENIENZA: U.S.A. 

GENERE: Experimental/Technical Blackened Deathgrind 

FFO: Cattle Decapitation, Cephalic Carnage, Anaal Nathrakh, !T.O.O.H.!, Nails, Discordance Axis 

LINE UP: 
Hydrus - vocals, all instruments 

TRACKLIST: 
1. Crawling Chaos [01:18] 
2. Carriers of Shadow [00:50] 
3. Prophecy Denial [00:30] =ASCOLTA= 
4. Hooves of Oblivion [01:26] 
5. Bloody-Nubbed Exile [00:31] 
6. Broken Subordinates [00:58] 
7. The Audient Void [00:49] 
8. Planes of Rotting Creation [03:00] 

Running time: 09:22 

opinioni autore

 
Insufficiente il breve EP della one man band Estuarine 2021-03-20 19:40:45 Daniele Ogre
voto 
 
1.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    20 Marzo, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Estuarine è il solo project di Hydrus, già membro dei Led by Serpents che qui si occupa di voce, chitarra, basso e drum programming. Stando alle info, quello che dovremmo avere davanti è un Experimental/Technical Blackened Deathgrind che dovrebbe prendere spunto dalla furia Black/Grindcore degli Anaal Nathrakh, le follie tecniche di Cephalic Carnage e Discordance Axis, la violenza dei Nails... Quello che abbiamo invece nel breve EP - meno di 10 minuti totali - a titolo "Nyarlathotep" è un lavoro a tratti estremamente caotico, non supportato da una produzione degna di tal nome. Eppure, soprattutto come chitarrista, Hydrus dimostra di saperci seriamente fare, ma in contest pro/contro, i secondi sono di gran lunga di più. L'EP dalle tematiche lovecraftiane ha per lo meno il pregio di passare rapido, dato che una durata più lunga difficilmente sarebbe stata sostenibile.
Non saprei nemmeno sinceramente se consigliare o meno l'ascolto di "Nyarlathotep" ai die hard fans di sonorità tanto estreme, visto che sono comunque abituati, per l'appunto, a gente come Anaal Nathrakh, Cephalic Carnage, Cattle Decapitation ecc. ecc.; e qui siamo ben lungi dai quei livelli, ma anche, a dirla tutta, ad uno standard qualitativo quanto meno accettabile.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Con soli due brani, gli irlandesi Coscradh vi prendono a scudisciate in faccia
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per gli australiani Hecatomb un demo dalla produzione ormai anacronistica
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano gli scozzesi Lunar Mantra con il loro Black Metal melodico ed evocativo
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Terzo studio album per i russo-nipponici Traumatomy
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un lavoro solista solido e convincente per lo storico singer Robin McAuley
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Segnatevi il nome dei Nightshadow!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Assolutamente promosso il debut album omonimo degli inglesi Cult Burial
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla