A+ A A-
 

Molto catchy ma riesce a far presa il debut album degli Ulthima Molto catchy ma riesce a far presa il debut album degli Ulthima Hot

Molto catchy ma riesce a far presa il debut album degli Ulthima

recensioni

gruppo
titolo
Symphony of the Night
etichetta
Inverse Records
Anno

PROVENIENZA: Finlandia 

GENERE: Power/Melodic Death Metal 

FFO: Children of Bodom, Ensiferum, Nightwish, Norther, Labyrinth 

LINE UP: 
Tuomas Antila - vocals
Ricardo Escobar - guitars
Jon welti - guitars
Antonio Valdés - bass
Niko Sutinen - keyboards
Ville Nummisalo - drums 

TRACKLIST: 
1. Black Swan [04:55] =ASCOLTA= 
2. Tears of Fire [04:16] 
3. Belegar [04:08] 
4. Daughter of Twilight [04:55] 
5. Beyond the Veil [04:15] =ASCOLTA= 
6. Eternity [04:12] 
7. Dancing with Shadows [03:32] 
8. Ulthima [04:06] 
9. Symphony of the Night [05:42] =ASCOLTA= 

Running time: 40:01 

opinioni autore

 
Molto catchy ma riesce a far presa il debut album degli Ulthima 2021-03-24 18:30:35 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    24 Marzo, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Formatisi in Messico e rilocatosi poi in Finlandia, solo oggi, dopo oltre dieci anni, arrivano al debutto assoluto la MeloDeath band Ulthima, sestetto proveniente da Helsinki, fondato però in quel di Monterrey dal chitarrista Ricardo Escobar e dal bassista Antonio Vadés. "Symphony of the Night" - edito da Inverse Records - è dunque non solo il primo full length della band finnica, ma anche il debutto per i Nostri che, tolti un paio di singoli, si presentano oggi con un lavoro che definire semplicemente Melodic Death Metal appare riduttivo: tra le influenze che possiamo ascoltare nelle sonorità degli Ulthima, troviamo le arie epiche degli Ensiferum, ma soprattutto un mix tra il Power/MeloDeath dei Children of Bodom ed un sound catchy derivato tanto dal Symphonic Metal dei Nightwish quanto dal Power Metal puro (i nostrani Labyrinth sembrano aver giocato un ruolo fondamentale in questo). Il risultato è un disco sostanzialmente vario, lontano dai classici stilemi del Melodic Death avendo, per l'appunto, una fortissima componente Symphonic/Power che se da un lato potrebbe far storcere il naso ai più puristi, potrà altresì incontrare i favori di chi ha gusti musicali più ampi. "Symphony of the Night" - titolo che ricorda non poco Castlevania, non trovate? - è un lavoro ad ampio respiro in cui chitarre e tastiere si rincorrono e s'intersecano in una continua corsa sui pattern prettamente Power Metal della sezione ritmica; i più fulgidi esempi sono "Daughter of Twilight" e "Beyond the Veil", i due brani migliori del lotto e quelli in cui è possibile comprendere a pieno quale sia la proposta degli Ulthima.
C'avranno anche messo il loro tempo - undici anni non sono affatto pochi -, ma questi anni di gavetta sono serviti agli Ulthima per poter costruire un lavoro che magari non brillerà per originalità, ma che grazie al suo essere tremendamente catchy ed easy-listening saprà essere in primis parecchio vendibile, e che poi saprà conquistarsi i favori di una buona fetta di pubblico.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Fortunato, si deve migliorare su diversi aspetti
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Meravigliosa sorpresa a nome Yattafunk!!!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un viaggio nel medioevo con i Sommo Inquisitore
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A zonzo sul confine tra Svezia e Norvegia col debutto degli Åskog
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Against Evil ed il loro genuino heavy metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Artillery: con una X segnano il decimo album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Un debutto sufficiente per gli Helltern
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Junkwolvz: un esordio incerto.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Segnatevi il nome dei Nightshadow!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla