A+ A A-
 

Per i Bound In Fear un Ep che si adagia sulla comfort zone Per i Bound In Fear un Ep che si adagia sulla comfort zone

Per i Bound In Fear un Ep che si adagia sulla comfort zone

recensioni

titolo
Eternal
etichetta
Unique Leader Records
Anno

PROVENIENZA: UK

GENERE: Slam Deathcore

TRACKLIST:
1. Cardinal Sin =ASCOLTA=
2. Left To Drown =OFFICIAL VIDEO=
3. My Mind, My Prison
4. Everblack
5. The Harrowing

LINE-UP:
Ben Mason - vocals
Ben Sutherland - guitars
Steven Hunt - guitars
Keir Campbell - bass
Alex Richins - drums

opinioni autore

 
Per i Bound In Fear un Ep che si adagia sulla comfort zone 2021-03-26 15:26:20 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    26 Marzo, 2021
Ultimo aggiornamento: 26 Marzo, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Avevamo già parlato nel 2019 degli inglesi Bound In Fear, quando la Slam Deathcore band debuttò su Unique Leader Records con il suo primo album. Un lavoro piuttosto interessante che mostrava un quintetto super agguerrito ed in linea con la proposta moderna che ultimamente sta prendendo sempre più piede. Dopo un paio di anni ci ritroviamo tra le mani il qui presente "Eternal", EP di cinque tracce sempre licenziato da ULR e che presumo sia da apripista per un futuro secondo album.
Ma, al di là delle congetture, cosa c'è da aspettarsi dalla nuova creaturina partorita dai Bound In Fear? Beh ad essere sincero un po' sono rimasto deluso, o comunque dopo l'ascolto mi son detto "ma c'era davvero bisogno di questo EP?". Già, perché se come sempre ci troviamo di fronte ad una produzione di eccellente qualità - ULR è sempre ULR -, dall'altra il disco non apporta chissà quali novità nel sound dei nostri. Da qui il titolo della recensione, con il quale ho voluto sottolineare proprio come la band si sia adagiata sugli allori seguendo troppo quanto fatto di buono nell'album di debutto. Il risultato sono cinque tracce godibili e mastodontiche ma che, a conti fatti, sembrano dei pezzi estratti dall'album di debutto. Quindi sulla carta nulla di nuovo: riffoni pesantissimi e cadenzati, che spesso sfociano nel downtempo degli olandesi Distant, ma nulla di più. Inoltre, rispetto al primo album, qui ho sentito un po' meno grinta, come se le tracce non riuscissero ad esprimere tutto il potenziale del quintetto inglese. Le sezioni slam/downtempo non mi hanno gasato come nel precedente lavoro, ma anzi, tendono ad essere quasi stantie e monotone.
Un EP che, personalmente, credo si potesse evitare. Confido quindi in un secondo full-length più in linea con il potenziale di questa band.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Grimgotts: i 3 EP in un unico album con aggiunta di inediti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla (probabile) tomba degli Oath Div. 666 risorgono i Disembodiment
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In attesa del nuovo full-length, gli Ereb Altor rilasciano un buonissimo nuovo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solo una sufficienza per il nuovo disco dei Bloody Hell
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo otto anni i francesi Seth, ma con quello che è il loro miglior disco
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con quella vena old school/progressive, gli Obsolete debuttano con un signor disco
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Assolutamente promosso il debut album omonimo degli inglesi Cult Burial
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dama, un progetto interessante per chi si nutre di hard rock e metal a 360 gradi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla