A+ A A-
 

Sound pulito e stile moderno: la nuova fatica dei Necrotted supera abbondantemente la prova Sound pulito e stile moderno: la nuova fatica dei Necrotted supera abbondantemente la prova

Sound pulito e stile moderno: la nuova fatica dei Necrotted supera abbondantemente la prova

recensioni

gruppo
titolo
Operation: Mental Castration
etichetta
Reaper Entertainment
Anno

PROVENIENZA: Germania

GENERE: Death Metal/Deathcore

TRACKLIST:
1. My Mental Castration =OFFICIAL VIDEO=
2. Compulsory Consumption =OFFICIAL VIDEO=
3.  Asocial Media Whore
4. Work Hard, Gain Nothing
5. Happy Dysphoria
6. Abhorrence and Anxiety
7. The Burning Emptiness In Me
8. Draine
9. Mirror’s Malicious Glance
10. Cynic Suicide

LINE-UP:
Fabian Fink -Vocals
Markus Braun - Drums
Philipp Fink - Guitars
Koray Saglam - Bass
Johannes Wolf - Guitars

opinioni autore

 
Sound pulito e stile moderno: la nuova fatica dei Necrotted supera abbondantemente la prova 2021-04-01 15:54:41 Luigi Macera Mascitelli
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Luigi Macera Mascitelli    01 Aprile, 2021
Ultimo aggiornamento: 01 Aprile, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I tedeschi Necrotted ormai sono una nostra vecchia conoscenza. Di loro si parlò sia nel 2017 che nel 2019, rispettivamente riguardo il terzo album ed il nuovo EP. Eccoci quindi ancora una volta a parlare del quintetto con la sua quarta fatica, il qui presente "Operation: Mental Castration", ad oggi forse il miglior album proposto dai nostri e sicuramente quello più ambizioso e variegato. Ma andiamo con calma.
Quello proposto dall'act di Abtsgmünd è un onestissimo death metal moderno, che fa del sound attuale il suo cavallo di battaglia, non senza dei chiari riferimenti al passato, seppur con un atteggiamento musicale ripulito dai pattern ormai fin troppo noti. Il risultato è un death metal piuttosto sfaccettato che non disdegna la scuola Aborted e Benighted ma neppure quella più -core e slam che troviamo nei Despised Icon o nei loro vicini di casa Cytotoxin con quella vena brutal e groove. Alla fine della questione, quindi, i Necrotted si muovono all'interno di un corridoio compositivo piuttosto variegato e molto godibile. Ed è proprio quest'ultimo aggettivo che meglio descrive l'album in questione. Già, perché quello che andremo ad ascoltare è un death metal super scorrevole ma non per questo banale o ripetitivo, che fa dell'alternanza tra sfuriate super blastate e slam e momenti più melodici e vagamente atmosferici il suo punto forte. Non ci troviamo comunque di fronte a chissà quale innovazione, ma ciò non vuole nemmeno dire che i nostri si siano adagiati sugli allori. La proposta è semplice quanto funzionale e sicuramente pensata per un mega pogo in live. "Operation: Mental Castration" è, a nostro avviso, la miglior proposta del quintetto tedesco fino ad ora, e certamente quella più variegata ed interessante. Consigliatissima per un ascolto non troppo impegnativo e se si vuole una bella botta adrenalinica. Promosso a pieni voti.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Grimgotts: i 3 EP in un unico album con aggiunta di inediti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla (probabile) tomba degli Oath Div. 666 risorgono i Disembodiment
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In attesa del nuovo full-length, gli Ereb Altor rilasciano un buonissimo nuovo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solo una sufficienza per il nuovo disco dei Bloody Hell
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo otto anni i francesi Seth, ma con quello che è il loro miglior disco
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con quella vena old school/progressive, gli Obsolete debuttano con un signor disco
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Assolutamente promosso il debut album omonimo degli inglesi Cult Burial
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dama, un progetto interessante per chi si nutre di hard rock e metal a 360 gradi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla