A+ A A-
 

Alla (ri)scoperta dell'hard and heavy dei Mesheen Alla (ri)scoperta dell'hard and heavy dei Mesheen

Alla (ri)scoperta dell'hard and heavy dei Mesheen

recensioni

gruppo
titolo
A Matter of Time
etichetta
Sonic Age Records
Anno

TRACKLIST:
1. Fight for the Peace
2. Big Bad City
3. A Matter of Time
4. I'm gonna get to You
5. The Next Generation
6. Bad Reaction
7. I'm on the Way
8. The bigger they Are (The harder they fall)
9. Fool for Believin'
10. Youth-Enasia
(playing time: 37:57 min.)

LINE-UP:
Ted Heath - Vocals
Bobby Tait - Drums
Joey Scott - Guitars
Demir Demirkan - Guitars
Nick Aqleh - Bass

opinioni autore

 
Alla (ri)scoperta dell'hard and heavy dei Mesheen 2021-04-11 13:58:18 Celestial Dream
voto 
 
4.0
Opinione inserita da Celestial Dream    11 Aprile, 2021
Ultimo aggiornamento: 11 Aprile, 2021
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Voliamo fino alla Città degli Angeli con i Mesheen, band attiva dal 1990 che esordì però solamente nel 1999 con questo "A Matter of Time", lavoro che ora viene recuperato e rimasterizzato dalla Sonic Age Records visto che all'epoca la casa discografica fallì prima di poterlo distribuire mandando in fumo gli sforzi dell'act americano.

Parliamo di un elegante hard&heavy, un bel mix tra Dokken, Skid Row e Riot che subito viene messo in mostra dall'ottima apertura affidata a “Fight for the Peace”. Un sound pieno, ritmi mai spediti ma piuttosto controllati, buone melodie vocali esaltati dall'ugola corposa del singer Ted Heath. Non mancano momenti che strizzano l'occhio al più classico hard rock come dimostra “Big Bad City”, pezzo esplosivo e da cantare a più non posso. L'affascinante title-track lascia spazio alla sanguigna “The Next Generation”, song che potrebbe essere stata scritta senza problemi dai Ratt nei loro tempi migliori. La lenta “The Bigger They Are (The harder they fall)” è costruita sulle chitarre acustiche della coppia Joey Scott - Demir Demirkan, chitarre che tornano a trasmettere carica con la ruvida “Bad Reaction” e la coinvolgente “Youth-Enasia”, tra le hit del disco grazie al suo incedere che porta fino ad gran bel refrain.

Adrenalina, potenza, coinvolgimento e melodia; questo "A Matter of Time" è una testimonianza musicale degna di nota di una band finita ancora prima di poter dimostrare il proprio valore. E questa è l'occasione perfetta per andare a scoprire i Mesheen!

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

A zonzo sul confine tra Svezia e Norvegia col debutto degli Åskog
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli indiani Against Evil ed il loro genuino heavy metal
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Artillery: con una X segnano il decimo album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Red Moon Architect: il freddo bacio finnico della morte
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Einherjer: risplende sufficientemente bene la stella dei vichinghi
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Junkwolvz: un esordio incerto.
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Segnatevi il nome dei Nightshadow!
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla