A+ A A-
 

Poco sotto la sufficienza il primo full-length degli Exterminated Poco sotto la sufficienza il primo full-length degli Exterminated Hot

Poco sotto la sufficienza il primo full-length degli Exterminated

recensioni

titolo
The Genesis of Genocide
etichetta
Comatose Music
Anno

PROVENIENZA Filippine 

GENERE: Brutal Death Metal 

FFO: Cerebral Bore, Pathology, Guttural Secrete, Skinless, Disgorge 

LINE UP: 
Myke Pardo - vocals 
Ace Estandian - guitars, drum programming 

TRACKLIST: 
1. Systematic Holocaust [03:51] =ASCOLTA= 
2. Impulsive Decimation [02:49] 
3. Detrimentum [03:19] 
4. Murderous Intent [03:05] 
5. Grave for the Slaughtered [03:46] 
6. Inevitable Annihilation [03:32] =ASCOLTA= 
7. Chaotic Dimension of the Insane [03:11] 
8. Abyss of the Dead [03:33] 
9. The Art of Mutilation [04:11] =ASCOLTA= 

Running time: 31:17 

opinioni autore

 
Poco sotto la sufficienza il primo full-length degli Exterminated 2021-04-12 17:48:03 Daniele Ogre
voto 
 
2.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    12 Aprile, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Per fortuna ci sono etichette che ci rendono più semplice il compito di recensori, nel senso: con date label sai già benissimo, ancor prima di premere il tasto 'play' cosa starai per ascoltare. E' il caso senz'altro di Comatose Music: la label americana è un punto focale per un certo modo d'intendere il Brutal Death Metal, tanto che spesso non si ha quasi bisogno di aggiungere che i gruppi da loro prodotti hanno tra le influenze i vari Disgorge, Devourment, Skinless, Guttural Secrete (ma per dovere di cronaca non lo omettiamo). Il punto alla fine è tutto qua: i die hard fans di questa frangia del Brutal Death saranno sempre ben felici di ogni nuova uscita Comatose, mentre per altri spesso si può cadere nella monotonia. E' il caso, almeno per chi vi scrive, dei filippini Exterminated, al primo lavoro su lunga distanza con questo "The Genesis of Genocide", lavoro estremamente standardizzato in cui blast beat e pesanti passaggi groove si alternano senza sosta lunga la mezz'ora circa dell'album, il tutto ovviamente senza dimenticare delle vocals iper-gutturali ovviamente. Complice anche una produzione poco sotto l'accettabile (tra suoni "strozzati" ed una drum machine il cui rullante dopo un po' diventa quasi fastidioso), in toto "The Genesis of Genocide" degli Exterminated non riesce a raggiungere la sufficienza piena. Poi, come detto, va da sé: i fans sfegatati di questo stile sapranno di certo trovare diversi spunti che potranno loro interessare.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Grimgotts: i 3 EP in un unico album con aggiunta di inediti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla (probabile) tomba degli Oath Div. 666 risorgono i Disembodiment
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In attesa del nuovo full-length, gli Ereb Altor rilasciano un buonissimo nuovo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solo una sufficienza per il nuovo disco dei Bloody Hell
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo otto anni i francesi Seth, ma con quello che è il loro miglior disco
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con quella vena old school/progressive, gli Obsolete debuttano con un signor disco
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Assolutamente promosso il debut album omonimo degli inglesi Cult Burial
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dama, un progetto interessante per chi si nutre di hard rock e metal a 360 gradi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla