A+ A A-
 

Contorte melodie ed asfissianti dissonanze: secondo album per i canadesi Intonate Contorte melodie ed asfissianti dissonanze: secondo album per i canadesi Intonate Hot

Contorte melodie ed asfissianti dissonanze: secondo album per i canadesi Intonate

recensioni

gruppo
titolo
Severed Within
etichetta
Willowtip Records
Anno

PROVENIENZA: Canada 

GENERE: Progressive/Technical Death Metal 

FFO: Gorguts, Ulcerate, Artificial Brain, Beyond Creation, Spawn of Possession 

LINE UP: 
Nicola Nucciarone – vocals, guitars 
Ulysses Fiorito – guitars 
Jean-Philippe Matte - bass, vocals 
Dominic Nucciarone – drums 

TRACKLIST: 
1. Sever [06:03] 
2. Within [08:20] 
3. Yearn [09:43] =ASCOLTA= 
4. Wander [06:36] 
5. Prolong [09:35] 

Running time: 40:17 

opinioni autore

 
Contorte melodie ed asfissianti dissonanze: secondo album per i canadesi Intonate 2021-04-17 12:53:15 Daniele Ogre
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    17 Aprile, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Nati come Deathlehem nel 2008, diventano poi Intonate nel 2013 i quattro ragazzi che hanno ieri pubblicato sotto Willowtip Records "Severed Within", secondo album a cinque anni di distanza dall'autoprodotto debutto "The Swerve"; dalla prima incarnazione dela band provengono i 3/4 dell'attuale formazione - il cantante/chitarrista Nicola Nucciarone, il chitarrista Ulysses Fiorito ed il batterista Dominic Nucciarone... poche origini italiane, eh? -, con il solo bassista Jean-Philippe Matte (Keys of Orthanc) come nuovo entrato nel momento in cui i Nostri prendono l'attuale monicker. Disarmonici, dissonanti, gli Intonate fanno parte di quella schiera di gruppi che ha scelto di seguire le folli sonorità avanguardiste di gente come i loro connazionali Gorguts, piuttosto che Ulcerate ed Artificial Brain; ciò vuol dire che non dobbiamo aspettarci il "solito" Progressive/Technical Death, per quanto qualche rimando di tanto in tanto a Beyond Creation o Spawn of Possession possiamo trovarlo, ma una vera e propria muraglia sonora fatta, per l'appunto, di dissonanze e momenti a tratti 'cervellotici', che non vanno ad intaccare però l'attenzione massima che si dedica a quest'album sin dalle prime note dell'opener "Sever", pezzo che mostra come l'affiatamento tra i quattro musicisti sia elevatissimo, cosa confermata dalla seguente "Within": a mettersi in mostra qui è il songwriting della band canadese, con quel riff ripetuto a tre velocità diverse che fa di questo uno dei migliori album del breve - per quanto lungo in durata - lotto. L'altro pezzo da novanta è infatti la successiva "Yearn", che in coppia con la seguente "Wander" va a rappresentare 15 minuti tremendamente contorti tra cambi di velocità, atmosfere inquietanti, sinistre melodie. Anche nella conclusiva "Prolong" possiamo trovare tutti gli aspetti che ci hanno incollati all'ascolto dei precedenti quattro brani, andando così a concludere in maniera più che soddisfacente un gran bell'album.
Un po' "figliocci" dei loro connazionali Gorguts, gli Intonate hanno dalla loro un gusto per intricate melodie che può rendere il loro ascolto meno complesso rispetto ai loro colossali colleghi. Per gli amanti della frangia più 'weird' ed eccentrica del Death Metal, quello degli Intonate è un nome da appuntare sicuramente: "Severed Within" supera brillantemente la prova, meritandosi una promozione a pieni voti.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Grimgotts: i 3 EP in un unico album con aggiunta di inediti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla (probabile) tomba degli Oath Div. 666 risorgono i Disembodiment
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In attesa del nuovo full-length, gli Ereb Altor rilasciano un buonissimo nuovo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solo una sufficienza per il nuovo disco dei Bloody Hell
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo otto anni i francesi Seth, ma con quello che è il loro miglior disco
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con quella vena old school/progressive, gli Obsolete debuttano con un signor disco
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Assolutamente promosso il debut album omonimo degli inglesi Cult Burial
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dama, un progetto interessante per chi si nutre di hard rock e metal a 360 gradi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla