A+ A A-
 

Un buon EP per gli Aschenvater, anche se ancora troppo nell'ombra di Bolt Thrower e Hail of Bullets Un buon EP per gli Aschenvater, anche se ancora troppo nell'ombra di Bolt Thrower e Hail of Bullets Nuovo Hot

Un buon EP per gli Aschenvater, anche se ancora troppo nell'ombra di Bolt Thrower e Hail of Bullets

recensioni

titolo
Landungsfeldmassaker
etichetta
Dead Center Productions
Anno

PROVENIENZA: Germania 

GENERE: Death Metal 

FFO: Bolt Thrower, Hail of Bullets, Asphyx, Obituary, Benediction 

LINE UP: 
Oliver - vocals 
Marko - guitars 
Marcus - bass 

TRACKLIST: 
1. Der Beginn // Tag der Abrechnung [01:57] 
2. Sturmreif // Der Verräterkönig [03:40] 
3. Im Feuersturm // Entfesselte Götter [05:56] 
4. Blut auf schwarzem Sand // Im Todesrausch [03:49] 
5. Massaker // Echos [03:33] 
6. Durch das Kadavermeer // Geschenke des Krieges [03:34] =ASCOLTA= 
7. Verräter // Visionen der Hölle [04:47] 

Running time: 27:16 

opinioni autore

 
Un buon EP per gli Aschenvater, anche se ancora troppo nell'ombra di Bolt Thrower e Hail of Bullets 2021-05-02 14:16:42 Daniele Ogre
voto 
 
3.5
Opinione inserita da Daniele Ogre    02 Mag, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

A cinque anni dalla loro formazione, pubblicano il loro EP di debutto i tedeschi Aschenvater, uscito già in gennaio in maniera indipendente per poi essere riproposto oggi da Dead Center Productions. "Landungsfeldmassaker" è un concept EP basato sul mondo di Warhammer 40.000, wargame tridimensionale futuristico del 1987 e versione fantascientifica di Warhammer Fantasy. Ad un tema così futuristico e fantascientifico, il trio sassone abbina un Death Metal della vecchia scuola, con rimanda quanto mai palesi soprattutto a chi sul sound guerresco e battagliero ha fondato la propria leggenda: ci riferiamo ovviamente a Bolt Thrower e Hail of Bullets, le cui ombre (abbastanza ingombranti invero) sono presenti lungo i 27 minuti circa di quest'opera prima dell'act teutonico. E ok, questo loro EP mancherà magari musicalmente di originalità, ma se si è fans del Death britannico e del Death/Doom centro-europeo non si può non stampare un ghigno di compiacimento durante l'ascolto di "Landungsfeldmassaker": i sette pezzi che compongono la tracklist sono tutti ben suonati ed ottimamente prodotti, magari non si capirà una parola nel caso non parliate tedesco, ma è inevitabile non trovarsi a scapocciare sulle note di "Im Feuersturm // Entfesselte Götter" o dell'asphyxiana "Blut auf schwarzem Sand // Im Todesrausch". Sinceramente, abbiamo trovato questo debutto targato Aschenvater decisamente godibile; sia chiaro, non è un lavoro per il quale gridare al miracolo, ma, come dicevamo, se si è avvezzi a queste particolari sonorità allora l'ascolto sarà di sicuro piacevole. Se in futuro i tre ragazzi tedeschi sapranno lavorare un po' di più sulla propria personalità, non è detto che con qusto EP non s'abbia assistito alla nascita dei naturali eredi di Bolt Thrower e Hail of Bullets. In futuro, avremo le nostre risposte.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Grimgotts: i 3 EP in un unico album con aggiunta di inediti
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dalla (probabile) tomba degli Oath Div. 666 risorgono i Disembodiment
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
In attesa del nuovo full-length, gli Ereb Altor rilasciano un buonissimo nuovo EP
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Solo una sufficienza per il nuovo disco dei Bloody Hell
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tornano dopo otto anni i francesi Seth, ma con quello che è il loro miglior disco
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Con quella vena old school/progressive, gli Obsolete debuttano con un signor disco
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Gli Immortal Sÿnn virano verso il thrash
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
"Conquistador", il debutto super-complesso degli Stone Healer
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Haunt: nel segno della tradizione
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Agli Hellsike! serve un cantante migliore
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Assolutamente promosso il debut album omonimo degli inglesi Cult Burial
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dama, un progetto interessante per chi si nutre di hard rock e metal a 360 gradi
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla