A+ A A-
 

Candlemass: i Titani del Dark metal Candlemass: i Titani del Dark metal

Candlemass: i Titani del Dark metal

recensioni

titolo
Green Valley
etichetta
Peaceville Records
Anno

TRACKLIST:
1. Well of Souls (Lockdown session)
2. Dark Reflections (Lockdown session)
3. Mirror Mirror (Lockdown session)
4. Ancient Dreams (Lockdown session)
5. Astorolus (Lockdown session)
6. Bewitched (Lockdown session)
7. Dark Are the Veils of Death (Lockdown session)
8. Under the Oak (Lockdown session)
9. Doom Jam (Lockdown session)
10. A Sorcerer's Pledge (Lockdown session)
11. Solitude (Lockdown session)
12. Demon's Gate (Lockdown session)

LINE UP:
Leif Edling - Bass, Vocals
Mats "Mappe" Björkman - Guitars
Jan Lindh - Drums
Lars "Lasse" Johansson - Guitars 
Johan Längquist - Vocals 

opinioni autore

 
Candlemass: i Titani del Dark metal 2021-05-09 10:07:43 MASSIMO GIANGREGORIO
voto 
 
5.0
Opinione inserita da MASSIMO GIANGREGORIO    09 Mag, 2021
Ultimo aggiornamento: 09 Mag, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Per me è un vero onore - oltre che un vero piacere - poter recensire quelli che personalmente considero i veri mostri sacri del dark metal. Quasi non credevo ai miei occhi, quando ho letto che "The Boss" mi aveva affidato questo compito, che indubbiamente è un onore ma anche un onere! Per quei quattro gatti metalbangers che non lo sapessero, queste Maestà del metallo oscuro, sono sorte dalle tenebre nel lontano 1984 nella glaciale Stoccolma, cuore pulsante di quella Scandinavia che - di lì a poco - sarebbe assurta alle cronache metalliche come la patria del Black metal più oltranzista. Del lugubre quintetto, per dritta o per storta, sono rimasti fedeli al monicker tutti tranne il vocalist, subentrato solo nel 2018; molto bravo ma (non me ne voglia) appena uno step al di sotto del mai troppo compianto Messiah Marcolin che, per me, rimane il Titano dei vocalist del genere. Sono loro che hanno dato forma a perle imperiture che hanno pensato bene di riproporre in versione "lockdown session", registrandole in presa diretta in piena crisi epidemiologica.
Questo live atipico è un monumento al dark metal, è solo loro potevano creare un simile "evento" in grado di far accapponare la pelle anche a chi (ripeto, una sparuta minoranza) non avesse ancora vissuto l'esperienza unica di ascoltarli. Esperienza unica perché non si tratta di un mero ascolto, ma di vedersi ingoiare dalle malefiche spire di un sound che esprime in maniera eccelsa quella che è l'essenza del gotico, dell'occulto, del mistero, del profondo ignoto. Un suono che dà del tu persino a quella che San Francesco d'Assisi appellò "Sorella Morte" conferendole (in sonoro) quella continuità di presenza incombente sulle nostre esistenze, quella terribile ineluttabilità che mai ci abbandona, se non solo a sprazzi (peraltro puramente illusori), ma che sempre incombe con il suo sinistro appeal. Tutte tematiche dalle quali siamo terrorizzati, ma anche innegabilmente affascinati. Ebbene, i Candlemass incarnano tutto questo e, con questo ultimo lavoro, sono a rammentarci la presenza e la vicinanza loro e del loro macabro messaggio, del loro ossianico fardello, che si perpetra e (auspichiamo) continuerà a perpetrarsi ancora per tantissimo tempo, continuando a scandirlo con le loro ritmiche mortifere, ma sempre terribilmente affascinanti.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Hammer King continuano sulla loro strada
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto più che buono per il trio Death/Doom russo Gosudar
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si conclude il ciclo narrativo dei Distant con un secondo monolitico album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un tripudio di anni '80 in questo primo EP dei canadesi Video Nasty
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una buona sufficienza per il debutto degli americani Exsanguination
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto solista per l'ex leader degli Acheron, Vincent Crowley
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Shade Of Memories, nulla di memorabile
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Frozen Hell chiudono la loro carriera con un album dal retrogusto amaro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Metalwings si confermano su ottimi livelli
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo sette anni i pugliesi Reality Grey tornano con il miglior album della loro carriera
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Kalah si confermano su livelli eccezionali!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Before & Apace esordiscono con un album davvero originale, che unisce musica e scienza
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla