A+ A A-
 

Meravigliosa sorpresa a nome Yattafunk Meravigliosa sorpresa a nome Yattafunk Hot

Meravigliosa sorpresa a nome Yattafunk

recensioni

gruppo
titolo
Escape From Funkatraz
etichetta
Ghost Record Label
Anno

LINE UP:
Funk Norris - vocals, guitars
Arnold Funkenegger - guitars
Funkardo DiCaprio - bass
Funkester Stallone - drums

TRACKLIST:
1. Bad Motherfucker
2. Motu Genearation
3. Slut Machine
4. Cereal Killer
5. Save The Pussy
6. I'm On The Run
7. Ghostbuster
8. Escape From Funkatraz

opinioni autore

 
Meravigliosa sorpresa a nome Yattafunk 2021-05-16 14:47:02 Francesco Noli
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Francesco Noli    16 Mag, 2021
Ultimo aggiornamento: 17 Mag, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Gli Yattafunk sono una bella, anzi bellissima realtà tutta italiana giunta al secondo CD con questo effervescente e divertente "Escape From Funkatrazz", dopo il buon debut "Yattafunk Sucks" del 2016. I Nostri pur dando un'immagine allegra e spensierata recapitata dal loro mondo "Yatta" e non prendendosi troppo sul serio sanno invece il fatto loro, mescolando sapientemente le loro svariate influenze ma non perdendo mai il filo della loro proposta che risulta, oltre che sapientemente suonata anche di avere una certa personalità difficile da sviluppare in questo campo considerando l'inflazione che il genere sta vivendo: si può parlare di Crossover, ma qui c'è molto di più. Si parte alla grande con riffs in levare di "Bad Motherfucker" e già ci troviamo a tamburellare il tempo senza accorgersene, frizzante e scorrevole ma non priva di spunti tecnici interessanti concernenti la dinamica; le melodie sono accattivanti anche nella più ragionata "Motu Generation" o "Cereal Killer" che si apre con un bel groove cadenzato di batteria. Buona la prestazione di Funk Norris il quale oltre a esibire molte sfumature della sua voce offre un guitar riffing di qualità soprattutto nell'assassina "I'm On The Run", terremotante, melodica e maliziosa con voce aggressiva e pulitissima nel ritornello; interessanti le cadenze all'interno del pezzo con la chitarra solista di Funkenegger molto funkeggiante prima di un assolo al cardiopalma. L'apice per chi scrive viene toccato dalla fantastica "Slut Machine", una track che se fosse stata composta da qualsiasi gruppo oltreoceano sarebbe in classifica da settimane. Quando una canzone è perfetta la si riconosce subito al di là dei gusti: qui tutto è al suo posto e gira alla perfezione, dalla melodia vocale alle linee di basso, il groove granitico e un ritornello talmente accattivante da rimanere impresso per i mesi a venire. Il rallentamento centrale con chitarra solista simil-jazz (o almeno a me da questa impressione N.D.A.), il chorus quasi sussurrato prima di un altro devastante assolo breve ma letale conferisce la perfezione alla song senza se e senza ma. Divertentissima per altro la cover del film "Ghostbuster" (chi se lo ricorda?) qui rivista ed eseguita in modalità "Yatta" che strapperà più di un sorriso con la voglia di riascoltarla quasi unanime. Un lavoro che contiene mille sfaccettature fin dai testi che di primo acchito possono sembrare divertenti ma che contengono invece contenuti intelligentemente forti e la musica che è prodotta ed eseguita in modo professionale e accurato. In attesa delle copie fisiche del cd (per ora lo si trova su tutte le piattaforme digitali) ce lo possiamo pure sparare a tutto volume in casa, in macchina o alle feste in quanto "Escape From Funkatraz" è sicuramente un disco nato per restare e colpire!!! Consigliato caldamente a tutti!!!
Infine un plauso alla Ghost Record Label la quale ha dato fiducia a questo progetto!

Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Hammer King continuano sulla loro strada
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto più che buono per il trio Death/Doom russo Gosudar
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si conclude il ciclo narrativo dei Distant con un secondo monolitico album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un tripudio di anni '80 in questo primo EP dei canadesi Video Nasty
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una buona sufficienza per il debutto degli americani Exsanguination
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto solista per l'ex leader degli Acheron, Vincent Crowley
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Shade Of Memories, nulla di memorabile
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Frozen Hell chiudono la loro carriera con un album dal retrogusto amaro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Metalwings si confermano su ottimi livelli
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo sette anni i pugliesi Reality Grey tornano con il miglior album della loro carriera
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Kalah si confermano su livelli eccezionali!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Before & Apace esordiscono con un album davvero originale, che unisce musica e scienza
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla