A+ A A-
 

Ancora un po' acerbo il lavoro degli Adarrak Ancora un po' acerbo il lavoro degli Adarrak Hot

Ancora un po' acerbo il lavoro degli Adarrak

recensioni

gruppo
titolo
Ex Oriente Lux
etichetta
Satanath Records/ Astaka Arungan / Blood Blast Distribution
Anno

PROVENIENZA: Singapore 

GENERE: Progressive/Melodic Death Metal 

FFO: At the Gates, The Black Dahlia Murder, Belphegor, Obscura, Fractal Universe 

LINE UP: 
Gustavo Valderrama - vocals 
Emmanuel George Bi - guitars 
Zigor Muñoz - bass 
Robin Stone - drums (session) 

GUESTS: 
Nicholas Chang (Witchseeker) - guitar solo on track 2 
Marty Froedman (ex-Megadeth) - guitar solo on track 4 
Ed "Quekstein" Quek - guitar solo on track 8 

TRACKLIST: 
1. Final Ethos Demise [03:41] 
2. Into the Abyss [05:15] 
3. Mettle [04:41] 
4. Bereft [04:32] =ASCOLTA= 
5. Withering [06:37] =ASCOLTA=
6. Through the Fabric of Time [03:54] =ASCOLTA=
7. Beneath the Vault of the World [05:21] 
8. Fire Will Cleanse [03:42] 

Running time: 37:43 

opinioni autore

 
Ancora un po' acerbo il lavoro degli Adarrak 2021-06-02 11:30:50 Daniele Ogre
voto 
 
3.0
Opinione inserita da Daniele Ogre    02 Giugno, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Debutto assoluto per gli Adarrak, band con base in quel di Singapore, nazione di provenienza del fondatore, il chitarrista Emmanuel George Bi, il quale si avvale di compagni provenienti da Spagna (il bassista Zigor Muñoz), Colombia (il cantante Gustavo Valderrama) e Australia (il batterista session Robin Stone, già Somnium Nox, Virulent Depravity, Norse e ex-The Amenta). Licenziato da ben tre etichette - Satanath Records ed Astaka Arungan per il support fisico, Blood Blast Distribution per il digitale - "Ex Oriente Lux" è un lavoro che cerca di abbracciare a 360° le componenti Progressive e Melodic del Death Metal, riuscendoci anche tutto sommato, ma con il risultato che questa opera prima degli Adarrak risulta a tratti un po' troppo confusionaria. Basta vedere le enormi differenze tra l'opening track "Final Ethos Demise", brano che si muove tra un feroce Black/Death à la Belphegor e le invettive melodiche di gruppi come At the Gates e The Black Dahlia Murder, e la seguente "Into the Abyss", traccia che sembra letteralmente suonata da un'altra band per differente uso delle vocals e per sonorità totalmente diverse che rimandano al Progressive Death moderno dei Fractal Universe e, in parte, possono ricordare anche i Nevermore in certo frangenti, salvo poi 'indurirsi' sul finale in maniera non così tanto fluida. Sinceramente, la sensazione che gli Adarrak stiano ancora cercando la loro strada definitiva è forte durante tutto l'ascolto di questo debut album che può comunque vantare una buonossima produzione e che ci mostra una band che sa COME suonare ma, appunto, probabilmente ancora non sa COSA. Si fanno in ogni caso notare i singoli "Bereft" - il cui assolo è opera di mr. Marty Friedman, artista che non ha bisogno di alcuna presentazione - e "Withering".
Gli Adarrak sembrano trovarsi a proprio agio soprattutto quando le proprie sonorità - melodiche o meno, progressive o meno - sembrano farsi più dure: è forse più su quelle, insieme all'unire in maniera fluida Progressive e Melodic, che i Nostri dovrebbero concentrarsi maggiormente per il futuro. "Ex Oriente Lux" è una partenza discreta per la band asiatica, ma il potenziale per fare di più nel prossimo futuro ci sono tutte.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Primo soddisfacente full-length per i francesi Dawohl
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dai Rotting Empire un secondo album espressamente per i fans degli Amon Amarth
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mega Colossus: metallo tecnico e di buona fattura.
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Tyrants of Chaos, classico Heavy Metal dall'Alberta
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fraser Edwards, questa volta non ci siamo
Valutazione Autore
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Helios, nuova band con Tim Aymar
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Phoebus The Knight, un progetto che stenta a decollare
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Destral, una vera gemma dalla Spagna
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Consigli Per Gli Acquisti

  1. TOOL
  2. Dalle Recensioni
  3. Cuffie
  4. Libri
  5. Amazon Music Unlimited

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla