A+ A A-
 

Flotsam & Jetsam: reinventarsi con classe! Flotsam & Jetsam: reinventarsi con classe!

Flotsam & Jetsam: reinventarsi con classe!

recensioni

titolo
Blood In The Water
etichetta
AFM Records
Anno

TRACKLIST:
1. Blood In The Water
2. Burn The Sky
3. Brace For Impact
4. A Place To Die
5. The Walls
6. Cry For The Dead
7. The Wicked Hour
8. Too Many Lives
9. Grey Dragon
10. Reaggression
11. Undone

LINE UP:
Erik A.K. - Vocals
Michael Gilbert - Guitars
Steve Conley - Guitars
Ken Mary - Drums
Bill Bodily - Bass

opinioni autore

 
Flotsam & Jetsam: reinventarsi con classe! 2021-06-08 11:22:29 Francesco Noli
voto 
 
4.5
Opinione inserita da Francesco Noli    08 Giugno, 2021
Ultimo aggiornamento: 08 Giugno, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ritornano i Flotsam & Jetsam dall'Arizona, pionieri indiscussi del Thrash che per molti resteranno sempre l'ex gruppo di "Colui che poi entrò nei Metallica", sottovalutando cosi i 37 anni di attività (ma in realtà si formarono nel 1981 cambiando alcuni monikers) e i 15 studio album con questo "Blood In The Water". Per chi se li fosse persi di vista, c'è da dire che la band ha sempre mostrato la capacità di evolvere il proprio sound riuscendoci molte volte e altre meno, ma comunque è sempre stata guidata sotto una specifica direzione volta alla "continuazione" di un genere che hanno si contribuito a plasmare ma anche reinventare; non vi aspettate quindi il vecchio Thrash anni '80 ma bensì del sano e onesto Power/Thrash suonato alla grande, rivisto e corretto nel 2021. Le canzoni vincenti si hanno grazie all'arrangiamento limpido e accattivante che poi, se si sposa con delle buone armonie compie il suo risultato più eclatante ovvero una deflagrazione sonora goduriosa come nel trittico iniziale che apre questo album: "Blood In The Water", la title-track è furia assassina ma ragionata ed i fraseggi melodici delle chitarre cesellano il primo sussulto di questo viaggio del sangue nell'acqua. "Burn The Sky" è cadenzata e solenne e la seguente "Brace For Impact" è un pezzo da novanta, dove il nuovo arrivato e acquisto azzeccatissimo Ken Mary alla batteria (Fifth Angels, Alice Cooper, Chastain tra gli altri) rende potente anche il più banale fraseggio in sottofondo. Le sorprese non finiscono qui perché la bellissima "Walls" è un pezzo puro Power avvincente che cmq farà inarcare qualche sopracciglio ai puristi ma non si può rimanere insensibili alla prova strabiliante di Erik A.K, un cantante di razza che ha mantenuto la sua voce su ottimi livelli toccando anche vette impegnative. Il disco si dipana cosi su questi livelli tra sfuriate in up/tempo ("Grey Dragon") e i bellissimi groove di "Reagression" sciorinando anche un work lyrics solenne; sappiamo che i nostri hanno sempre veicolato molta importanza ai testi che anche qui si concentrano sui drammi della società, i nostri sogni e le nostre paure ("Cerco un posto dove vivere/insieme ai miei demoni ed al terrore che mi incutono" da "A Place to Die") oppure da "Walls" ("vedo i muri crollare nel mare/posso vedere i miei sogni distesi a terra"). Parole forti che acquistano un significato ancor più deflagrante essendo corroborate da dei riffs sempre avvincenti e melodie che ben s'intrecciano con le parole. Si può dire tutto di questo Blood In The Water che sia più melodico, più accessibile o forse anche più ruffiano ma non che sia un album brutto: non ci sono battute a vuoto e i pezzi girano tutti senza annoiare, una sensazione questa che la si avverte anche dopo diversi ascolti, mostrando cosi una band in perfetta forma e sempre con idee lucide e vincenti. Ascoltare per credere!!!

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
 
Powered by JReviews

releases

Gli Hammer King continuano sulla loro strada
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un debutto più che buono per il trio Death/Doom russo Gosudar
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Si conclude il ciclo narrativo dei Distant con un secondo monolitico album
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un tripudio di anni '80 in questo primo EP dei canadesi Video Nasty
Valutazione Autore
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una buona sufficienza per il debutto degli americani Exsanguination
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Debutto solista per l'ex leader degli Acheron, Vincent Crowley
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Autoproduzioni

Shade Of Memories, nulla di memorabile
Valutazione Autore
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Frozen Hell chiudono la loro carriera con un album dal retrogusto amaro
Valutazione Autore
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Metalwings si confermano su ottimi livelli
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dopo sette anni i pugliesi Reality Grey tornano con il miglior album della loro carriera
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Kalah si confermano su livelli eccezionali!
Valutazione Autore
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Before & Apace esordiscono con un album davvero originale, che unisce musica e scienza
Valutazione Autore
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

partners

No tabs to display

allaroundmetal all rights reserved. - grafica e design by Andrea Dolzan

Login

Sign In

User Registration
or Annulla